Idea Ginger
Faq Contatti Come funziona Login progettista
Cooperazione internazionale | Infanzia
Obiettivo sostenibilità: 1 - Sconfiggere la povertà 2 - Sconfiggere la fame 3 - Salute e benessere 4 - Istruzione di qualità 10 - Ridurre le disuguaglianze
Obiettivo raggiunto!
20.320 raccolti su € 10.000 203 % obiettivo raggiunto 462 sostenitori 15/05/2023 progetto concluso
Tutti i bimbi hanno il diritto di avere una casa dove sentirsi amati, protetti e curati. Purtroppo, però, per alcuni questo è solo un sogno. Noi di TerraLuce Onlus, insieme agli Amici di Zinvié e all’associazione I pensieri di Chadraque, abbiamo conosciuto un gruppo di bambini che una casa sicura non ce l’ha. Questi bimbi abitano ad Abomey, nel sud del Benin. Vivono da anni in un vecchio edificio che è sede dell’Orphelinat Saint Enfant Jesus, dove si prendono cura di loro. Ma l’edificio non risponde ai requisiti predisposti dal governo e rischia di chiudere da un giorno con l’altro. Se succedesse, i bambini tornerebbero per la strada perdendo ogni sicurezza e speranza per il futuro. Li abbiamo conosciuti uno per uno e abbiamo deciso di donare loro una casa. Sostieni insieme a noi questo progetto adesso! E i bambini di Abomey, avranno una casa sicura dove addormentarsi la sera e risvegliarsi al mattino, dove mangiare, studiare, ridere e giocare. Dove costruirsi un futuro.

***Aggiornamento***

#SognoUnaCasa

Primo obiettivo raggiunto, ma non ci fermiamo: abbiamo le pareti, ora raggiungiamo il soffitto!

Grazie alla vostra fiducia e sostegno abbiamo raggiunto il primo obiettivo della campagna in pochissimo tempo: ora possiamo finanziare l’edificazione dei muri del nuovo orfanotrofio di Abomey! 

Visto l’incredibile risultato raggiunto non possiamo tirarci indietro: il progetto di ricostruzione è grande e 10.000€ sono solo una parte della spesa complessiva! 

Perché non raddoppiamo? Arriviamo a 20.000€! In questo modo il sogno di una casa per i bambini di Abomey diventerà sempre più tangibile!

***

Il progetto di vita

L'orfanotrofio Saint Enfant Jesus vuole essere una casa-famiglia gestita da personale locale. Perché solo persone locali che si occupano della quotidianità, che accudiscono i bambini, che li accompagnano a scuola e li portano a lavorare con loro nell’orto e nel pollaio, i bambini possono assimilare la cultura e le tradizioni della propria comunità di cui devono sentirsi e diventare parte integrante.

Ogni bambino ha un progetto di vita. Questo progetto viene scritto in un documento insieme al bambino interessato. Anche bambini come Pelagie e Honoré avranno i loro progetti di vita, un giorno, non appena potranno parteciparvi. Nel frattempo, le azioni di cui beneficiano si concentrano sul loro sviluppo fisico e psicosociale.

Il progetto di costruzione 

Il 22 dicembre 2022 è stato firmato il contratto con l’impresa di costruzione. Il progetto, che prevede un investimento totale di circa 196.000€, affidato ad un’impresa locale, ma supervisionato costantemente da esperti volontari di nostra fiducia, è stato diviso in fasi. Ogni fase viene iniziata e completata a mano a mano che vengono raccolti i fondi necessari alla sua realizzazione. La prima quota è stata versata dall’associazione I pensieri di Chadraque, che, come noi, supporta le suore di Abumey da anni. La seconda l’abbiamo versata come TerraLuce e Amici di Zinviè. 

Grazie a donatori generosi come te, è già stato possibile demolire una parte del vecchio orfanotrofio, portare via i detriti e porre le fondamenta per assicurare un futuro migliore a questi bambini

Entro il 15 maggio 2023, ci siamo posti l’obiettivo di raccogliere 10.000€ per iniziare a tirare su i muri del piano terra. 

I 60 bambini al momento vivono in un vecchio edificio che sorgeva sul terreno delle suore. Tuttavia, l'edificio non risponde ai requisiti posti dal governo e ogni anno rischia di dover chiudere. Se riuscissimo a completare tutto il progetto entro la fine del 2024 i bambini potrebbero continuare a sperare in un futuro migliore! Rimandarli per la strada o da chi non può prendersi cura di loro significherebbe distruggere le loro possibilità di futuro. 

Il “Project de construction d’un batîment de doctoir de filles et garcons pour l’orphelinat Saint Enfant Jesus” è disponibile per tutti coloro che vorranno dargli un’occhiata. 

Perché…

…un bambino per crescere emotivamente e fisicamente ha bisogno di essere accolto e amato come figlio. Perché solo al sicuro in una casa, i nostri piccoli amici di Abomey possono avere ogni giorno cibo, protezione, una buona istruzione. Suor Immacoulè e le sue consorelle si occupano di loro con costanza: curano la loro salute, la possibilità di crescere e imparare, offrono attenzione e affetto quotidiano, ma solo con questo intervento potrà essere garantito in un ambiente affettivo e familiare stabile, un contesto sicuro in cui sentirsi protetti e crescere sani e forti nello spirito.

In questo orfanotrofio, i bambini possono ritrovare e sperimentare il valore della famiglia che non hanno più, possono diventare grandi e costruirsene una. Solo grazie all’amore che gli viene donato, questi bambini possono crescere e avere la forza di amare a loro volta

Per chi…

…per Sylvestr, Baptistine, Enok, Fatima, Esperance, Ange-Marie, Fred, Christilain, Viviaine.

....per Marcus, Wensheslas, Nelly, Wayan e Made, Laudice Videgla, Rosemonde, Nyoman et Ketu Jean, Ulriche, Noel e tutti i 60 bambini attualmente accolti nella comunità delle suore Service des Sœurs pour la Promotion Humaine di Abomey, e per altri bambini ancora. 

Gli orfani sono tra i membri più vulnerabili della nostra società.
Questi bambini hanno perso l'amore, la cura e la protezione dei propri genitori e sono rimasti nelle mani di parenti stretti o lontani, di amici del loro villaggio, di chi è in grado di offrire loro un aiuto. 

Tutti noi possiamo farlo. 

Tutti noi, che un posto dove vivere e una famiglia ce l’abbiamo, possiamo trasformare in realtà il loro sogno di una casa. 

Georges e Clement hanno 7 e 11 anni quando, a fine 2018, il loro papà viene riportato a casa in fin di vita e muore il giorno dopo, forse per avvelenamento. La moglie di lì a poco sviluppa un problema di salute mentale e non è più in grado di occuparsi dei suoi figli. I bambini vengono affidati ad un lontano parente contadino e per un periodo non possono far altro che lavorare con lui nei campi. Attraverso uno zio conoscono le suore dell'orfanotrofio Saint Enfant Jeus che gli offrono la possibilità di frequentare la scuola e si prendono cura della loro salute, pur rimanendo nell’ambiente del loro villaggio. Ora i ragazzi sono alle scuole superiori che frequentano con successo, uno studia informatica e l’altro è interessato all’edilizia. “Anche quando i bambini crescono e posso andare da soli, il legame con noi non svanisce. Quando possono tornano a trovarci per riabbracciare noi e i loro fratelli e sorelle dell’orfanotrofio”.

Dopo aver visto morire il loro papà e la loro mamma, Pelagie e Honorè, vengono affidati ad una zia paterna, che non ha le risorse per accudirli. Arrivano all’orfanotrofio Saint Enfant Jeus di Abomey all’età di 8 e 9 anni in una situazione critica: la severa malnutrizione nella quale hanno vissuto per anni ha causato loro un forte ritardo nello sviluppo fisico e mentale, ma con le cure delle suore riescono a recuperare uno stato di salute accettabile e iniziano ad andare a scuola. “Qui la vita segue il suo corso adattandosi allo sviluppo individuale di ognuno, e i bambini crescono al proprio ritmo. Noi notiamo dei piccoli e miglioramenti e le maestre ci confermano lo stesso.” – dice Suor Immaculé, coordinatrice della casa che ospita i bambini.

Unisci a noi per aiutare i bambini di Abomey a sentirsi al sicuro, per non farli sentire abbandonati, per permettere loro di sperare in un futuro migliore. Se ci mettiamo tutti insieme, ce la possiamo fare poi, possiamo coinvolgere ancora più gente e raccogliere i fondi per terminare il progetto! 

Il Benin

Siamo ad Abomey, nel sud Benin, che, per quanto sia una delle democrazie più stabili dell'Africa, dal punto di vista economico è uno stato gravemente sottosviluppato. Il paese ha registrato una crescita economica negli ultimi anni ed è uno dei maggiori produttori di cotone dell'Africa, ma nonostante questo si colloca tra i paesi più poveri del mondo e la corruzione è estremamente diffusa.

La costa del Benin comprende quella che era conosciuta come la Costa degli Schiavi, il punto di partenza per i prigionieri da spedire attraverso l'Atlantico. A nord, invece, ci sono stati sporadici scontri lungo il confine del Benin con il Burkina Faso. Il problema è stato attribuito alle dispute sulla terra tra comunità rivali su entrambi i lati del confine.

Chi siamo

TerraLuce onlus nasce da e per gli Amici di Zinviè, un gruppo missionario-teatrale che da anni recita per sostenere progetti di solidarietà in Africa ed India. Ogni anno viaggiamo in queste terre di missione, dove incontriamo popolazioni locali, culture, stili di vita differenti, e dove ci scontriamo con realtà di estrema sofferenza e bisogno, difficili da combattere se non affrontandole un pezzetto alla volta.

I continui viaggi ci hanno permesso negli anni di conoscere e istaurare rapporti di fiducia con i missionari che abbiamo incontrato come le Sœurs pour la Promotion Humaine, punti di riferimento per noi su cui ci affidiamo per individuare e realizzare gli interventi prioritari.

Grazie a loro riusciamo a monitorare costantemente i progetti che realizziamo portando il nostro aiuto tecnico e professionale e coinvolgendo donatori generosi.

Vi manderemo aggiornamenti regolari e, sui nostri social, potrete regolarmente vedere cosa facciamo giorno dopo giorno per i bambini di Abomey. 

Benefici fiscali

Per le persone fisiche
Grazie alle agevolazioni fiscali per le donazioni delle persone fisiche previste dallo Stato italiano potrai scegliere se:

  • detrarre l’importo (per un massimo di 30.000€ di donazione) al 30%, oppure
  • dedurre l’importo donato senza limite assoluto ma entro il 10% del reddito complessivo dichiarato.

Per le aziende
Le aziende possono dedurre l’importo donato senza limite assoluto ma entro il 10% del reddito complessivo dichiarato. Inoltre, sempre nel limite del 10%, nel caso in cui la deduzione superi il valore del reddito complessivo dichiarato al netto di altre deduzioni, la parte di deduzione non goduta può essere riportata nelle tre dichiarazioni successive. 

Per l’azienda donatrice, l’erogazione liberale segue il principio di cassa.


Conosci il progettista

Progetto senza titolo (4)

Giancarlo Vitolo - TerraLuce Onlus

TerraLuce onlus nasce da e per gli Amici di Zinviè, un gruppo missionario-teatrale che da anni recita per sostenere progetti di solidarietà in Africa ed India. Ogni anno viaggiamo in queste terre di missione, dove incontriamo popolazioni locali, culture, stili di vita differenti, e dove ci scontriamo con realtà di estrema sofferenza e bisogno difficili da combattere se non affrontandole un pezzetto alla volta. In queste terre, costruiamo rapporti di consolidata fiducia con missionari che incontriamo, come le Sœurs pour la Promotion Humaine, che conosciamo da anni. Persone che dedicano la loro esistenza al prossimo, agli ultimi... persone che sono i nostri riferimenti in quelle terre lontane e alle quali ci affidiamo per individuare le priorità su cui intervenire. Noi le aiutiamo da un punto di vista tecnico e professionale, coinvolgiamo donatori generosi e monitoriamo costantemente i progetti che uno dopo l’altro realizziamo.


terraluceonlus@gmail.com

News

Al momento non ci sono news pubblicate.

Commenti dei sostenitori

Pellizzoni - 13/05/2023

BRAVI RAGAZZI

Pellizzoni - 13/05/2023

BRAVI RAGAZZI

Elisa e Stefano - 12/05/2023

Elisa e Stefano ,ci siamo conosciuti dopo un vostro spettacolo e… 20 anni dopo abbiamo deciso di unirci davanti a Dio e voi siete il nostro regalo per gli ospiti del nostro matrimonio…. Grazie di ❤️

Martina Chiolerio - 09/05/2023

In bocca al lupo!!!!

[Anonimo] - 03/05/2023

Per Filippo Ostinelli, che e' sempre il primo a mostrare attenzione e generosita'

Nicole Alessi - 06/04/2023

Grazie a Michela che ha condiviso con me il progetto. Nicole

[Anonimo] - 03/04/2023

Per i bimbi di Abomey che mi sono rimasti nel cuore!

Nanni Corrado - 10/04/2023

Grazie a voi

Lino Bonincontro - 08/04/2023

E vai, giovane Rumi.

Maria Rosaria Imbrici - 05/04/2023

Grazie per darci la possibilità di aiutare i più bisognosi !

[Anonimo] - 04/04/2023

Forza forza forza

Anna Tosetri - 01/04/2023

Sempre più speciali!!!!

[Anonimo] - 03/04/2023

Dai che ce la facciamo!!!

Augusta Parotelli - 01/04/2023

auguro di riuscire nel vs bel progetto

[Anonimo] - 01/04/2023

Bellissima iniziativa, siamo felici di contribuire alla costruzione di una nuova struttura finalmente degna dei bambini che ospita. Grazie di tutto ciò che fate!

[Anonimo] - 31/03/2023

La carità è umiliante perché viene esercitata in senso verticale e dove capita; la solidarietà è orizzontale e comporta il rispetto reciproco

Alice Trombetta - 31/03/2023

Siete grandi!

Carmen C. - 31/03/2023

grazie continuate così

Sostenitori

Ecco i gloriosi GINGERs che hanno sostenuto il progetto finora:

Ginger MarTeo

Ginger Pellizzoni

Ginger Moritz Mantero

Ginger Stefano Tagliabue

Ginger Maria Grazia Filpa

Ginger Ilaria Albarelli

Ginger Leda Fumagalli

Ginger Telese Raffaele Luca

Ginger Elisa e Stefano

Ginger Walter Bulanti

Ginger Mati e Laura

Ginger Gabriele Vitolo

Ginger Andrea Paolo Ferraresi

Ginger Martina Chiolerio

Ginger Mirella Casari

Ginger cestino offerte spettacoli

Ginger Daniele Pozzi Maggi

Ginger LUCIO DELL'ORO

Ginger Anna Ostinelli

Ginger Anna Ostinelli

Ginger Ivo Arnaboldi

Ginger Gemma Noseda

Ginger Francesco Zilioli

Ginger Giusi Vita

Ginger Emanuela Novati

Ginger "ISTITUTO IMMOBILIARE E DI CONSUMO FRA IMPIEGATI "società cooperativa di COMO

Ginger Anna Colombo

Ginger Francoise Brasleret

Ginger Vittorio Sala

Ginger Carola Orsenigo

Ginger Laura e Roberto

Ginger Mary Cairoli e Sammy

Ginger Giacomo Davide e Greta

Ginger Lucia Bellotti

Ginger Adriano Cavalleri

Ginger Dharma Berardinelli

Ginger Andrea Paolo Ferraresi

Ginger Chiara e Marco

Ginger Andrea Paolo Ferraresi

Ginger Mario Bonicelli

Ginger Giorgia Zatti

Ginger Gianni Sala

Ginger Walter Bulanti

Ginger Nicoletta Battaglini

Ginger DON ALESSANDRO, DON MARCO E IL GRUPPO GAMIS DEL SEMINARIO VESCOVILE DI COMO

Ginger Giulia Calvaruso

Ginger Lella Terranova

Ginger Milena Pozzi

Ginger Nanni Corrado

Ginger Manuela Azzini

Ginger Manuela Chiarin

Ginger Francesca Magrassi

Ginger Lino Bonincontro

Ginger Silvia Cassano

Ginger Lorenzo Guarisco

Ginger Matteo Simone Parise

Ginger Piera Baroncini

Ginger Monica

Ginger Gabriella Masi

Ginger Marco Antonio Castelli

Ginger Davide Di Giacomo

Ginger Ester Pozzi

Ginger Nicole Alessi

Ginger Blu e Tommi

Ginger Enrica Luini

Ginger BUTTI AMALIO

Ginger Matteo e Martina

Ginger Ettore Trombetta

Ginger Giorgio Riva

Ginger Giancarlo e Serena

Ginger Maria Rosaria Imbrici

Ginger Ciro vitolo

Ginger Elia Bello

Ginger Carla Florinda Lombardo

Ginger Ferdinanda Pirovano

Ginger Luisa vittoria lombardo

Ginger Sara Fasola

Ginger Wiliam shakespeare

Ginger Rossella Di Monda

Ginger Carla Augusta Pellini

Ginger CAMI' SRL

Ginger Raffaella Ratti

Ginger Elena Realini

Ginger Carlo Ronchetti

Ginger Marta Albonico

Ginger Susanna Redaelli

Ginger Paola Picena

Ginger Alice Turri

Ginger Emma e Giosuè Panzeri

Ginger Alessandra Tremaroli

Ginger Patrizia Ronzoni

Ginger Francesca Tagliaferri

Ginger Stefano Delibra

Ginger Federico e Claudia

Ginger Francesca Bargna

Ginger Marina Ostinelli

Ginger Elena Testa

Ginger Augusta Parotelli

Ginger Anna Tosetri

Ginger cristina ronchetti

Ginger Virna Mauri

Ginger Pietro e Giulio Baroncini

Ginger Antonio Ascolese

Ginger Andrea Paolo Ferraresi

Ginger Mattia Natali

Ginger Raffaella Zanello

Ginger Borghi Maria Giovanna

Ginger Antonio Franchino

Ginger Isabella corradini

Ginger Alice Trombetta

Ginger Carmen C.

Ginger Michela Trombetta

Dillo a tutti!

CONDIVIDI


COPIA IL LINK

SOSTIENI

 

€15

La posa di 5 mattoni: uno sopra l’altro!

Sei stato parte di questo progetto anche tu! Avremo il piacere di indicare il tuo nome sul muro virtuale dei donatori riportato sul nostro sito www.terraluceonlus.it e sui social

27 SOSTENITORI

 

€25

La posa di 10 mattoni ad angolo!

Il progetto può crescere anche grazie a te! Riceverai una lettera di ringraziamento dalle suore che si occupano dei bambini.

24 SOSTENITORI

 

€50

Per “supportare” con materiali da costruzioni vari.

Riceverai un disegno realizzato da uno dei bambini di Abomey, che Sogna una Casa anche grazie a te!

27 SOSTENITORI

 

€100

Per comprare circa 12 borse di cemento.

L'entusiasmo cresce, la promessa di una casa si fa più vera con il tuo contributo! Alcuni bambini ti stanno già preparando un video per raccontarti qualcosa di più della loro realtà

38 SOSTENITORI

 

€250

Per far arrivare 2 camion di sabbia.

Non appena i muri del piano terra saranno terminati ti invieremo un video aggiornato ed un video-messaggio dei bambini di Abomey… fatto apposta per i donatori generosi come te!

17 SOSTENITORI

 

€500

Sei un pilastro che permette ai bambini di sperare.

Organizzeremo una video call con te ed i volontari di TerraLuce durante il prossimo viaggio ad Abomey, per farti vedere l'avanzamento dei lavori e per permetterti di capire meglio la realtà di là.

6 SOSTENITORI

FAI TU

Regala un sogno!

Fai parte anche del futuro dei bambini dell'orfanotrofio Saint Enfant Jesus. Grazie! Avremo il piacere di indicare il tuo nome sul muro virtuale dei donatori riportato sul nostro sito www.terraluceonlus.it e sui social

IMPORTO MINIMO €5

24 SOSTENITORI