Idea Ginger
Faq Contatti Come funziona Login progettista
Food | Sociale
Obiettivo sostenibilità: 1 - Sconfiggere la povertà 5 - Parità di genere 8 - Lavoro dignitoso e crescita economica 12 - Consumo e produzione responsabili
17.445 raccolti su € 5.000 349 % obiettivo raggiunto 156 sostenitori -5 giorni
Sostieni il progetto
Abbiamo un sogno: aprire un ristorante che abbia come scopo l'inserimento lavorativo di ragazzi/e migranti e persone escluse dal mondo del lavoro (disabili, ex carcerati/e, ex tossicodipendenti, ...) per dare loro l'opportunità di trovare un luogo che non dia solamente "lo stipendio" ma anche una famiglia, dove possano crescere, sentirsi valorizzati e integrarsi più facilmente nel territorio romagnolo.

Scegliendo di sostenerci ci aiuterai a trasformare il sogno in realtà: abbiamo individuato uno dei posti più belli dell'entroterra romagnolo, dove iniziare questo grande viaggio.

Proporremo una cucina tradizionale romagnola ma rivisitata con alcuni piatti fusion tra tipico ed etnico organizzeremo eventi, concerti, spettacoli...Non vediamo l'ora di aprire le porte! Ma come saprai bene, fare impresa è una grande sfida.

Noi investiamo il nostro futuro, tu ci aiuti a sostenere le spese iniziali?
Nuovo obiettivo

Una casa per i lavoratori del Povero Diavolo

Nuovo obiettivo

Abbiamo raggiunto un risultato straordinario! 

Con i 10.000€ raccolti potremo sia affrontare i costi necessari alla riapertura del locale che il primo corso di formazione per i ragazzi e le ragazze che lavoreranno con noi.

Una grande sfida ora ci attende:

come sappiamo tutt* il problema della casa è forse IL problema principale. Se raggiungiamo insieme 20.000€ potremo sostenere le spese di un affitto per un anno di un appartamento di servizio per i nostri lavoratori. 

Con il tuo contributo potremo offrire una soluzione abitativa a 4 persone per un anno.

Aldéia è questo: un piccolo villaggio, aperto a tutte e tutti, dove creare una nuova economia. 

Nuovo obiettivo

Ma che diavolo!

Non abbiamo parole: siete andati oltre ogni nostra aspettativa e in meno di 24 ore abbiamo battuto ogni record!

Però dobbiamo anche dirti la verità: un po’ ci speravamo. 

E soprattutto, l’obiettivo (quello vero) non è ancora raggiunto: abbiamo necessità di costruire una comunità sempre più grande di persone che credono nel progetto. 

E quindi non vogliamo assolutamente fermarci qui!

Arrivando a 10.000€ ci permetterai di finanziare i primi corsi di cucina e panificazione per i ragazzi coinvolti nel progetto. 

E soprattutto ti darai l’opportunità di partecipare in anteprima alla vita del nuovo Povero Diavolo.


Aldéia, in portoghese, significa villaggio, paesino, borgo

Abbiamo scelto questo nome perché crediamo rappresenti bene la nostra mission: il villaggio infatti è autosufficiente e l’economia che lo guida non è il capitalismo sfrenato - nel quale non ci riconosciamo - ma una sussidiarietà circolare dove chi ha bisogno riceve sostegno, ma quando può aiuta. 

Inoltre il villaggio è una grande famiglia, fatta di relazioni non imposte, ma capitate e scelte, dove ci si prende cura perché c’è un principio di bene e non di “sfruttamento”, o utilitaristico. 

Per noi oggi Aldéia è il sogno di creare una nuova economia che contribuisca al cambiamento che riteniamo necessario per la nostra comunità. 

E oggi, finalmente, abbiamo una bella notizia da darti: 

abbiamo trovato il ristorante perfetto per partire. Vogliamo riaprire il Povero Diavolo, un ristorante bellissimo a Torriana. 

Per questo motivo siamo qui a chiederti un sostegno: come sai benissimo per fare impresa i costi sono tanti e spesso elevati, da soli non ce la faremmo. 

Il tuo aiuto è determinante!

Abbiamo la necessità di raccogliere 5.000€ per far fronte alle spese iniziali di avvio dell'attività. Nello specifico: 

  • 2.000 € saranno investiti per alcuni necessari lavori di riqualificazione dello spazio, 
  • altri 1.000 € invece vogliamo investirli nella comunicazione, per raccontare il progetto a più persone possibili
  • gli ultimi 2.000 € saranno investiti in figure professionali che crediamo siano fondamentali: dal controllo di gestione alla rete di professionisti che ci aiuteranno nella gestione: vogliamo amministrare bene la nostra impresa sociale, e siamo certi che partire con una squadra di professionisti a supporto sia fondamentale. 

Raggiunto questo obiettivo, avremo finalmente spazio per dedicarci agli inserimenti lavorativi

Ogni euro donato in più, verrà investito nella formazione del personale, per permettere contratti di lavoro seri e un accompagnamento strutturato alle ragazze e ai ragazzi che hanno scelto di intraprendere con noi questo viaggio.

Ti presenteremo mano a mano la squadra: su questa pagina e sui social ne vedrete delle belle!

Il ristorante

Il Povero Diavolo ha una storia lunghissima: se ne trova traccia fin dal 1915, anno in cui nacque nel Borgo di Torriana una piccola trattoria romagnola. 

Da oltre un secolo è uno spazio di comunione, di scambio e di confronto, di ricerca, risate e buon cibo. 

E noi abbiamo il desiderio di continuare questa storia, immergendoci in un contesto stupendo, con rispetto ma grande determinazione. 

Sarà un grande spazio di incontro, una finestra sul mondo. 

Come dice Fausto (Fratti, il proprietario): "Per decenni le persone sono venute ad incontrarci a Torriana da tutto il mondo". Noi come cooperativa Aldéia raccogliamo il mandato e proviamo a spostare l'asticella ancora più in su: non solo dal mondo per Torriana, ma da Torriana per il mondo; provando a proporre un modello di inclusione lavorativa, di ricerca culturale, di integrazione che possano farci continuare a sperare nel futuro.

Curios*? Ora tocca a te!

Se credi che il Ristorante Sociale sia una bella opportunità per il territorio, ci aiuti a partire? 
Non vediamo l'ora di festeggiare a breve l'apertura, e siamo fiduciosi che avverrà presto.

Ma siamo anche realisti: 

da soli non riusciamo a sostenere questo progetto. L'aiuto che ci dai, non è solo un contributo economico, ma anche un segno di speranza. Se saremo cento, duecento o mille a credere nel progetto il messaggio sarà chiaro: vogliamo contribuire tutti per la costruzione di un nuovo spazio di accoglienza e integrazione per chiunque ne avesse necessità.

Non ci vogliamo girare dall'altra parte: avremo sempre la porta aperta per chi ha bisogno di un caffè, una chiacchiera o un pasto. Perché l'esclusione sociale è una piaga importante della società che viviamo, e combatterla è nostro dovere.

Perché proprio a Torriana? 

Crediamo che fare economia non sia solamente dare vita a un nostro sogno, ma debba necessariamente avere un impatto positivo sul territorio. Attraverso la nostra attività cercheremo - per quanto in nostro potere - di limitare lo spopolamento di Torriana, dove invece vogliamo provare a innestare una nuova comunità di persone che scelgano di vivere lì, provando a superare il tema del "ghetto" ma facendola diventare una zona interessante culturalmente e "imprenditorialmente" (esempio del borgo di Sambuca di Sicilia, o del quartiere di Ballarò a Palermo grazie a Moltivolti, o ancora della cooperativa di comunità Fermenti Leontine di San Leo). 

Vogliamo sostenere imprenditori agricoli e produttori della zona che lavorano nel rispetto della natura e del luogo che quotidianamente abitano. Il bisogno sociale che soddisferemo è la necessità di creare comunità, di sentirsi comunità da parte di tante persone appena arrivate sul territorio, che non necessitano solo di un lavoro ma di uno spazio di creatività, sostegno, fiducia dove poter sognare un futuro prosperoso. Nel riminese sono pochi gli spazi culturali/ricreativi dove giovani, famiglie, anziani e migranti possano stare insieme, conoscersi, creare socialità e combattere il muro della "non conoscenza" o della “solitudine”. In un contesto sempre più internazionale crediamo sia necessario sviluppare un luogo di comunità che proponga attività, eventi culturali, concerti, presentazioni di libri e spettacoli teatrali affinché chi vuole incontrare l'altro possa farlo.

La Squadra

Davide, 36 anni, ad oggi progettista per il Servizio Civile e responsabile di una casa per accoglienza di migranti minori non accompagnati. Ha vissuto 4 anni in Zambia dove ha avviato 2 gelaterie italiane. Ha esperienza lavorativa nel campo della pasticceria, della pizzeria e prodotti da forno.

Samuele, 29 anni, laureato in Management dell'Economia Sociale, ha lavorato dal 2019 al 2024 nella comunicazione. Fotografo, storyteller, da sempre impegnato nel sociale, è Consigliere Comunale nel Comune di Rimini.

Alessandro, perito agrario non praticante ma non pentito, ha sempre lavorato nel sociale con incursioni in cucina, ha 49 anni e diversi anni di esperienza nel mondo della ristorazione nella trattoria di famiglia.

Gabriele, 29 anni, è laureato in Educatore Sociale e Culturale e lavora in un Centro di Accoglienza SAI (Sistema Accoglienza e Integrazione).

Claire, 19 anni, studia al 5° anno del Liceo socio pedagogico, è nata in Costa d’Avorio, da 8 anni vive in Italia e sogna di lasciare un segno sul territorio che vive.

Conosci il progettista

Samuele Ramberti - Aldéia Impresa Sociale

Aldeia è una impresa sociale nata a marzo 2024 con l'obiettivo di fare inclusione lavorativa di ragazzi e ragazze migranti e persone escluse dal mondo del lavoro. Vogliamo dimostrare che c'è un posto per tutti, basta lavorare insieme! Aldéia è il sogno di una nuova economia, un'economia che non si basa sulla quantità di beni, ma sulla qualità delle relazioni. Aldéia significa "borgo", "villaggio" in Portoghese, perché è dal villaggio che prendiamo spunto. Non vogliamo creare cose nuove, ma fare nuove le cose e quindi trasformare un semplice ristorante nella possibilità di riscatto e di integrazione di ragazze e ragazzi che sognano un futuro bello qui, vicino a noi, insieme a noi.


aldeiaimpresasociale@gmail.com

News

Una casa per i lavoratori del Povero Diavolo

Postato il 28/06/2024 by Aldéia Impresa Sociale

Continua a leggere

Commenti dei sostenitori

enrico moretti - 10/07/2024

In bocca al lupo!

Paolo Bianchini - 08/07/2024

Siamo con voi, daje pazzerelli, non vediamo l'ora! Se aveste bisogno di una mano più concreta siamo a disposizione, come privati ominidi, ma anche come Lazzaro chiaramente. Un abbraccio

Edoardo Carminucci - 08/07/2024

Forzaaa bel progetto e belle persone ❤️

[Anonimo] - 23/06/2024

Grazie! Rendete questo mondo più bello 💚 Buon lavoro e buona via, care e cari. Besos, Chiara*

Regina Isujeh - 24/06/2024

Forza ragazzi Destiny e Regina sono con voi!!!

Andrea Turci - 24/06/2024

Un'Ape di Territorio e Identità vi ha sostenuto

Lucia Diolaiti - 23/06/2024

Bellissimo progetto che unisce due scopi molto importanti ovvero ripopolare il nostro bellissimo entroterra e sostenere l’inclusione

Michele Lari - 23/06/2024

Siamo al vostro fianco. La strada sarà meravigliosa. Divertitevi e sorridete sempre. Un grosso in bocca al lupo!

Nicoló Ciavatti - 23/06/2024

Ritengo che coniugare integrazione sociale con riqualificazione del territorio, sia una finalità virtuosa. Vi auguro che possiate raggiungere la realizzazione del vostro progetto quanto prima sia possibile. Alé Aldéia!!!

Arianna Donini - 23/06/2024

Daje ❤️‍🔥

[Anonimo] - 23/06/2024

Forza ragazze e ragazzi sarà una bella avventura !

Filippo Borghesi - 23/06/2024

Complimenti Samuele, Davide e tutti quelli che stanno lavorando a questa idea. Avanti!

Matteo Biordi - 23/06/2024

Una lodevole iniziativa che merita tutto il supporto possibile, per dare voce e speranza a tutti coloro che vedono nel buon cibo e tutto ciò che vi ruota attorno uno strumento di integrazione e condivisione sociale

Kristian Gianfreda - 22/06/2024

Ragazzi avete messo in piedi un progetto bellissimo e coraggioso, meritate il sostegno di tutti. Non vi lasceremo soli, anche se siete andati a Torriana!

Marco Grossi - 22/06/2024

Progetto stupendo, non vedo l'ora di venire a trovarvi amici!

Sostenitori

Ecco i gloriosi GINGERs che hanno sostenuto il progetto finora:

Ginger Lorenzo Moretti

Ginger Silvia Mattei

Ginger Michelangelo Gigli

Ginger Maria Grazia Papaleo

Ginger Federico Cagnoni

Ginger Paolo Rossi

Ginger augusto braschi

Ginger Marta Zavatta

Ginger enrico moretti

Ginger Edoardo Carminucci

Ginger giulia camilloni

Ginger Paolo Bianchini

Ginger Ilaria Mancuso

Ginger Clara Bollini

Ginger Andrea Firrincieli

Ginger Thinkers Company SARLS

Ginger Fernanda Escobar

Ginger Simone Sammarini

Ginger Chiara

Ginger Maurizio Casadei

Ginger Giorgiana Bratu

Ginger Associazione Isnet

Ginger Giulia Camilloni

Ginger Sara Fabbri

Ginger Francesco Bragagni

Ginger Giulia Ridolfi

Ginger Francesco Carroli

Ginger Nicos

Ginger angela garattoni

Ginger Elisa Pezzotti

Ginger Oriana Giorgini e Rina

Ginger Georgios Tsiklis

Ginger Banca Malatestiana - Tutti x uno

Ginger Alice Parma

Ginger Enrico Flamigni

Ginger Francesca Faedi

Ginger KOUAME BINI

Ginger Anna Silvestri

Ginger Demi Rossi

Ginger Settimio Rizzo

Ginger Silvia Casali

Ginger Andrea Ferriani

Ginger Federica Guidi

Ginger Nazzareno gabrielli

Ginger Roberto Piccardi

Ginger Chiara Poggio

Ginger Anna Galli e Walter Moretti

Ginger Donatella Pasini

Ginger Luciano ,Nazzarena e Federica

Ginger Giulia Cinti

Ginger Marco Neri

Ginger Debora Debebe

Ginger Serena Soldati

Ginger Eleonora De Sousa Mendes

Ginger Monica Dalvit

Ginger Gaspare Leonessa - Elena Barbagallo

Ginger gianluca temeroli

Ginger BARONI PIERPAOLO

Ginger Federico Berlini

Ginger Monica La Rosa

Ginger Regina Isujeh

Ginger Nicolò Antolini

Ginger Luca Dardari

Ginger Morri Vilma

Ginger Andrea Turci

Ginger Fabbri.dani@gmail.com

Ginger Gabriella bronzetti

Ginger Silvia Masini

Ginger Mariapia Baiocchi

Ginger Nicola Lapenta

Ginger Michele Camporeale

Ginger Flavio Guastamacchia

Ginger Marisa Vandi

Ginger Francesco Raschi

Ginger Maurizio Carbone

Ginger Cinzia Novelli

Ginger luca Cundari

Ginger Matteo Donati

Ginger antonella bastoni

Ginger Lucia Diolaiti

Ginger Alberto Boccadoro

Ginger Giada Recchia

Ginger Paola Bellucci

Ginger Daniele e Manuela Trombetti

Ginger Federico Bianchini

Ginger Eva Casali

Ginger Roberto Ballarini

Ginger Monia Cantini

Ginger Michele Lari

Ginger Valentina Cenni

Ginger Franci

Ginger Nicoló Ciavatti

Ginger argentina per il mondo

Ginger Rachele Falvella

Ginger Arianna Donini

Ginger Lino Sbraccia

Ginger Michelangelo Bachetti

Ginger Camilla Gamberini

Ginger Katia&Max Grossi

Ginger Silvana Arlotti

Ginger Nadia Rossi

Ginger Amos parmeggiani

Ginger Giacomo Temeroli

Ginger Gabriella Attanasio

Ginger Gabriele Di Vanni

Ginger Mattia Casali

Ginger Alice Bianchi

Ginger Silvia Sanchini

Ginger Matteo Guglielmi

Ginger Samira Mohsenzadeh

Ginger Mazzotti Roberto

Ginger Chiara Curzi

Ginger Lorenzo Ugolini

Ginger Sara Bonvicini

Ginger Monica Conti

Ginger Eros Tonini

Ginger Claudia Giordano

Ginger Mauro Cornaglia

Ginger Andrea Bellucci

Ginger Matilde Amadio

Ginger Luca Cancellieri

Ginger Filippo Borghesi

Ginger Sandra Reggio

Ginger Andrea Boem

Ginger Luciano Mucci

Ginger Paola Brasini

Ginger Agnese Rapini

Ginger Giacomo Mancuso

Ginger Marco Renzi

Ginger Matteo Biordi

Ginger Marco V

Ginger Robi&Ale

Ginger Kristian Gianfreda

Ginger Marco Grossi

Dillo a tutti!

CONDIVIDI


COPIA IL LINK

SOSTIENI

 

€15

Grazie!

Grazie! Con questa donazione riceverai un ringraziamento speciale personalizzato tramite mail e verrai inserito nella nostra newsletter. In questo modo potrai restare aggiornata/o su tutte le attività del Povero Diavolo - Ristorante Sociale.

33 SOSTENITORI

 

€35

Invito esclusivo all'apertura del locale

Con 35€ potrai partecipare all'esclusiva festa di apertura del Povero Diavolo - Ristorante Sociale. Sarà un momento di grande gioia insieme: finalmente, dopo anni di ricerche, prove, momenti difficili ce l'abbiamo fatta e vogliamo condividere con te questa gioia. D'altronde è anche merito tuo! E allora sarai tra i primissimi invitati al Povero Diavolo. Ti lasceremo di stucco! L'invito è per una persona.

53 SOSTENITORI

 

€60

Un grazie, una cena e un abbraccio collettivo

Donando 60€ potrai partecipare allo sharing table del Povero Diavolo, ovvero una tavolata condivisa con persone che non conosci, ma che come te vogliono mettersi in gioco e condividere l'esperienza del Ristorante Sociale in un modo nuovo. In più riceverai l'abbraccio collettivo al grido di "ce l'abbiamo finalmente fatta!", che è il minimo che possiamo fare per ringraziarti: ci hai permesso di realizzare il nostro sogno più profondo.

23 SOSTENITORI

 

€150

Una serata speciale per due

Con 150€ potrai goderti una bellissima serata al Povero Diavolo - Ristorante Sociale per due persone, dove ti racconteremo il progetto, il sogno, gli obiettivi per il futuro. Sarete accompagnati dai soci della cooperativa nello scoprire aneddoti e racconti di questi mesi di preparazione, ci racconteremo come un libro aperto. Una serata magica ed esclusiva, nella quale entrare in intimità con il progetto. Noi non vediamo l'ora!

19 SOSTENITORI

 

€500

Una notte da Poveri Diavoli

Hai sempre sognato un'esperienza nella quale non devi pensare a niente, solo lasciarti stupire? Ti accoglieremo nel villaggio del Povero Diavolo per un viaggio speciale: una cena insieme, di racconti, buon cibo e buon vino, e la possibilità di godersi la notte in una delle bellissime stanze progettate da Tonino Guerra per il Povero Diavolo. La mattina ti accoglierà una ottima colazione e soprattutto un grande grandissimo grazie da parte nostra: sei stato eroico nel sostenerci in maniera così forte. Nella ricompensa è compreso anche l'invito esclusivo all'apertura del Povero Diavolo per 2 persone.

5 SOSTENITORI

 

€1.000

1000 volte grazie, grazie, grazie! (Una stampa di Eron e un weekend al Povero Diavolo)

Se il progetto ti piace così tanto che sei arrivato a leggere fino a qui, noi non abbiamo parole per ringraziarti. Hai capito che dietro al progetto c'è un grande sogno di uguaglianza, e allora noi ti abbracciamo, virtualmente e non. Donando 1.000€ ci permetti di abbattere notevolmente i costi e di conseguenza renderci più agevole l'inizio dell'avventura. Per questo motivo riceverai una stampa dell'artista italiano Eron, datata, firmata in originale e incorniciata. Inoltre riceverai un invito per due persone a vivere un weekend di scoperta del progetto, di confronto sul futuro, di pianificazione e di condivisione di un sogno. Penseremo noi a tutto: ti accompagneremo per l'aperitivo e poi la cena, chiacchiereremo fino a tarda sera, sarete nostri ospiti per la notte fino alla colazione successiva. Grazie al tuo sostegno possiamo fare cose grandi e non vogliamo dimenticarti: sarai tra i 10 sostenitori dall'inizio del Ristorante Sociale.

6 SOSTENITORI

Disponibilità: 4

FAI TU

Partecipa anche tu!

Dona quello che puoi e aiutaci a realizzare il nostro sogno da "poveri diavoli"

IMPORTO MINIMO €5

17 SOSTENITORI