Sociale | Bologna

Carissimi Amici,
eccoci qua con una nuova idea geniale, che è quella di non voler assolutamente perdere le belle relazioni instaurate con voi l’anno passato con il progetto “Porta il nonno al mare...” e soprattutto non perdere la buona abitudine acquisita in questi anni di voler stare vicini ai nostri anziani, accompagnandoli e sostenendoli in un tratto così importante ma anche difficile della loro vita.
Non vogliamo lasciarli soli, questa è davvero l’idea geniale!
Il nuovo progetto si chiama “PÔRTA I NUNÉN A SAN LÓCCA IN VATTA AL TRENÉN (par magnèr e stèr in bóna cumpagnì!)”
L'idea nasce dagli anziani stessi che hanno espresso il desiderio di andare a San Luca con il trenino per stare insieme, divertirsi, visitare la Basilica e fare una bella mangiata, come nelle migliori tradizioni!
I nostri anziani sono i veri protagonisti e noi vogliamo dare voce e corpo a questo loro desiderio.
Per fare questo abbiamo bisogno di voi!

Adele e le sue amiche hanno un desiderio: tornare alla Basilica di San Luca dopo tanto tempo. Foto1

Sembrerebbe un desiderio banale, perché ci viene naturale pensare che chiunque possa essere in grado di arrivare a San Luca, ma non è così.

San LucaSan Luca è un luogo simbolo per chi vive a Bologna, pieno di significati sia spirituali che civili. Marta, Caterina, Adele e Iole hanno ricordi importanti legati a questo luogo ma da tempo non hanno la possibilità di andarci. Lidia invece è siciliana e abita a Bologna da poco tempo; da quando è rimasta vedova vive da sola e non è mai andata a San Luca anche se ne sente parlare tanto spesso.
Adele e Iole ci raccontano che da piccole era tradizione con le famiglie andare a San Luca a piedi, camminando sotto i portici, nelle giornate di Festa e in particolare tutti i Lunedì di Pasqua. Per loro due andare a San Luca significa ricordare tutti i bei momenti passati insieme alle loro famiglie.
Marta invece ha un ricordo legato al suo matrimonio. Dopo la cerimonia nuziale era usanza per i neo sposi andare dalla Madonna di San Luca a portare un mazzo di fiori e così, ci racconta, fecero anche lei e il marito.

Siamo i volontari del Centro Sociale Nello Frassinetti di Bologna e desideriamo dare una risposta al desiderio di queste nostre amiche.

Abbiamo però bisogno del Vostro aiuto per raccogliere quanto è necessario a organizzare una giornata speciale dedicata ai nostri anziani.

Foto2Il Centro Sociale Frassinetti è una realtà molto viva e presente sul territorio del Quartiere, e il nostro desiderio è quello di essere sempre di più un punto di riferimento per i nostri anziani (ma non solo). Alle tante attività che svolgiamo al nostro interno (corsi di ballo, pilates, ecc…) vogliamo ora aggiungere anche interventi all’esterno, per fare quel lavoro di comunità di cui tanto si parla.

Per fare lavoro di comunità la prima cosa essenziale da fare è rendersi prossimi e ascoltare i bisogni e le esigenze degli altri, soprattutto delle persone più fragili che spesso non hanno voce in capitolo nelle progettazioni di attività e interventi.

Dall’ascolto nascono poi le idee, tra le quali quella che da’ il nome al nostro progetto; durante una mattinata trascorsa insieme a febbraio, i nostri anziani hanno espresso il desiderio di andare a San Luca con il trenino per trascorrere una giornata speciale insieme, facendo festa in compagnia.

Ecco quindi l'idea geniale che vi proponiamo ora, e cioè organizzare una campagna di crowdfunding che possa dare Foto3una risposta a questo desiderio e che ci permetta di raccogliere i fondi necessari per organizzare una giornata in cui ci prenderemo cura dei nostri anziani, non meno di quaranta, portandoli a San Luca secondo il desiderio espresso. Per riuscirci però abbiamo bisogno del vostro aiuto!

Per garantire la loro sicurezza saranno accompagnati da operatori professionali e volontari; per fare questo sarà necessario noleggiare due pulmini da 20 posti per arrivare in piazza Maggiore, dove ci aspetterà il famoso trenino rossoblù San Luca Express che noleggeremo per l’occasione e che ci porterà in cima al Colle della Guardia fino alla Basilica. Dopo una visita alla Basilica stessa, un momento di sosta per chi lo desidera e una passeggiata per ammirare il panorama, andremo al Ristorante da Vito a San Luca, dove potremo gustare delle ottime specialità della casa.

Il nostro impegno nasce dalla consapevolezza che con il sopraggiungere dell’età anziana avvengono profondi cambiamenti nella vita delle persone, anche a livello relazionale. Per motivi comprensibili, con il passare degli anni vengono meno le relazioni orizzontali (amicali e affettive) e diventano molto importanti le relazioni verticali (con figli e nipoti) che però a volte non ci sono, e spesso hanno poco tempo da mettere a disposizione per via degli impegni di lavoro e famigliari. I nostri progetti di socializzazione sono finalizzati al mantenimento delle relazioni orizzontali tra pari già esistenti e, soprattutto, mirano a crearne di nuove.

Per raggiungere questi risultati i Centri Sociali del Territorio (Frassinetti, Pilastro, Italicus, Ruozi, Croce del Biacco e Scipione dal Ferro) insieme al Comune di Bologna e al Q.re SanDonato-SanVitale, investono da anni tantissime risorse.
Nello specifico il budget che il Comune di Bologna mette a disposizione per le attività di socializzazione del ns. Quartiere a favore degli anziani in condizione di fragilità per il 2019 è di 50 mila Euro; a questa somma si aggiungono gli oltre 5 mila Euro messi in campo dai Centri Sociali. Queste risorse ci permettono di garantire le attività nel periodo che va da aprile a dicembre, con un forte incremento nei mesi estivi di luglio e agosto quando la solitudine “picchia” più forte.
Le attività vengono svolte normalmente nei Centri Sociali del Quartiere e il budget messo a disposizione è utilizzato principalmente per garantire l’organizzazione del servizio con il pagamento degli operatori professionali, i pasti e il trasporto. I Centri Sociali mettono a disposizione gli spazi e con il loro contributo economico garantiscono attività varie di animazione come la musica, il ballo, la ginnastica dolce, premi per la tombola, merende e quant'altro può essere di interesse per i nostri nunén.

Questa nuova campagna di crowdfunding, come quella dell’anno passato, è sicuramente fondamentale per arricchire la nostra offerta e permettere agli anziani di fare un qualcosa di nuovo e diverso che altrimenti non sarebbe possibile fare. Quel “di più” che, crediamo fortemente, sia giusto dare loro.

Sostenere la campagna di crowdfunding, anche con poco, è un buon modo per prendersi cura delle persone fragili, perché significa sostenere le attività di socializzazione che sono fondamentali per fare un lavoro di prevenzione di comunità. In Italia ci sono circa 3 milioni di persone non autosufficienti. Se si lavora tutti insieme, se facciamo prevenzione insieme, forse è possibile prevenire tante situazioni di isolamento, depressione e rimandare il più possibile il tempo della nonautosufficienza e del ricovero in struttura.

Per concludere...

Desideriamo ringraziare:
Il Prof. Giorgio Perlini per i bellissimi disegni donati, uno dei quali è diventato l’immagine simbolo del nostro progetto.
Gli amici di City Red Bus e del Ristorante Da Vito a San Luca che hanno deciso fin da subito di appoggiare e condividere il nostro progetto.
Gli amici di Enoteche Amaduzzi, Pasticceria il Kroffo e Gelateria Fini per il sostegno che ci hanno dato fin qua e che speriamo vogliano confermare per il prossimo futuro.
Infine… ringraziamo Adele, Lidia, Iole, Marta e Caterina per la loro simpatia e la loro disponibilità!!

Noi non facciamo altro che cercare di dare voce e gambe a questo loro desiderio e di organizzare tutto per il meglio in modo che possano trascorrere una bellissima giornata.
Per fare questo abbiamo bisogno di tutti voi!

Perché...

#ilpocodimoltièilmoltoditutti

foto4

News

Intervista ad Adele

Postato il 06/06/2019 by Centro Sociale Ricreativo Culturale Nello Frassinetti

Adele ci racconta perchè è necessario sostenere le attività di socializzazione e quanto sono state importanti per lei

Continua a leggere


Intervista al Presidente del Quartiere SanDonato-SanVitale

Postato il 24/05/2019 by Centro Sociale Ricreativo Culturale Nello Frassinetti

Continua a leggere

Sostenitori

Ecco i gloriosi GINGERs che hanno sostenuto il progetto finora:

Ginger Giovanni casaroli

Ginger Lucia Ghelfi

Ginger Milva Guidotti

Ginger GRAZIA PECORELLI

Ginger Michele Barbi

Ginger Lara Cimaroli

Ginger Rino Rinaldi

Ginger Adriana Magnani

Ginger Claudia Valle

Ginger Franca Marcheselli

Ginger Lina Lanzoni Fogacci

Ginger Mirella Monti

Ginger andrea buscaglia

Ginger Simone Borsari

Ginger Eliana Sabatini

Ginger Daniele Ungarelli

Ginger Le ostetriche della Casa della Salute di via Beroaldo

Ginger Maria e Luciana Franchini

Ginger Francesca Donato

Ginger AnnaMaria Boschi

Ginger Stefano

Ginger Silvano e Gina Gottardi

Ginger Laura Pedrini

Ginger Mariangela Drudi

Ginger Silvana Morara

Ginger Laura Bertacchini

Ginger VINCENT TOGO

Ginger Dalmonte ersilia

Ginger Giampaolo cella

Ginger alessandra spinelli

Ginger Rosamaria Micolucci

Ginger Sergio Isacco

Ginger Adriana Cosi

Ginger simona cordella

Ginger Stefania Scala

Ginger Gloria Grassano

Ginger Matteo Gabella

Ginger Sergio Minotta

Ginger Francesca Borghi

Ginger Roberto e Rosanna Nerozzi

Ginger Fabio Piccoli

Ginger Giulia soldati

Ginger neria natali

Ginger Mara Cantini

Ginger Trattoria del Borgo Comacchio

Ginger Daniela e Claudio

Ginger Luisa Paganini

Ginger Alessandra Mazzanti

Ginger Famiglia Mengoli

Ginger Gianni Albertazzi

Ginger Simona Cassanelli

Ginger Giorgio Moretti

Ginger Cristiana Del Dotto

Ginger Barbara Giovannini

Ginger Vanda Schiavoni

Ginger Samuele Gabella

Ginger I "nonni" di San Vitale

Ginger Alessandra drudi

Ginger Rocco Gagliardi

Ginger Maria Elisabetta Manfredini

Ginger Federico Galloni

Ginger Chiara Pazzaglia

Ginger Gianluca Gabella

Ginger Giulia Ciaffarini

Ginger Michele Montevecchi

Ginger Parrocchia SanVincenzo de' Paoli

Ginger Sugar Viaggi

Ginger Nicola Gabella

Conosci il progettista:

IMG_20190426_124106

Luciana Semprini - Centro Sociale Ricreativo Culturale Nello Frassinetti

Il Centro Sociale Nello Frassinetti inizia la sua attività negli anni '80; a Bologna in quegli anni si fanno le prime esperienze dei Centri Sociali, allora chiamati Centri Anziani, e Nello Frassinetti era uno dei volontari, cattolico, che con grande spirito di iniziativa comincia ad aggregare persone attorno al Centro. Nei locali attuali di via Andreini 18 all’inizio il Centro Sociale conviveva con la Bocciofila e insieme queste due realtà svolgevano un ruolo molto importante dal punto di vista aggregativo e si caratterizzavano entrambi per essere organismi apolitici: l'aspetto sociale e la necessità di dare delle risposte ai bisogni del tempo (ad esempio ai pensionati), metteva d'accordo le varie ideologie politiche. Poi strada facendo c'è stata una sorta di evoluzione all'interno del Centro, e si è data più importanza al ballo e al gioco delle carte, ai soggiorni e alle gite. Una volta esaurita l'esperienza della bocciofila, il Centro Sociale ha inglobato anche i locali della Bocciofila e col lavoro dei volontari è stata realizzata la sala da ballo attuale, realizzata appunto col lavoro dei volontari e le spese sono state tutte a carico del Centro. Il ballo attualmente rappresenta uno degli aspetti più importanti e caratteristici del Centro Sociale: si balla infatti quattro pomeriggi alla settimana. Oltre alle proprie attività, attualmente il Centro aggrega al suo interno varie Associazioni che svolgono una serie di attività specifiche, tra cui ginnastica, pilates, tango, balli country, etc... Il Centro Sociale Nello Frassinetti tutt'ora si basa sul volontariato, le persone che lavorano al suo interno lo fanno a titolo gratuito, e questo pone alcune problematiche relativamente al mantenimento dell'apertura del centro stesso, ma noi faremo di tutto per farcela...!!


sanlocca2019@gmail.com

Dillo a tutti!

CONDIVIDI


COPIA IL LINK

Lascia un commento

98%

1.760

raccolti su € 1.800

98 %

obiettivo raggiunto

97

sostenitori

-16

giorni

SOSTIENI

 

€10

Bouquet di fiori di carta fatti a mano dalle nostre signore

Mazzolini di fiori di carta fatti a mano dalle nostre signore con tanta passione e tanto amore.

21 SOSTENITORI
Disponibilità: 19
 

€25

Aperitivo

Il centro sociale Frassinetti offre un gustoso aperitivo ai primi venti gloriosi GINGERs che doneranno almeno 25 Euro.

16 SOSTENITORI
Disponibilità: 4
 

€50

Prova gratuita di una delle attività svolte presso il Centro Sociale

Il Centro Sociale Frassinetti offre la possibilità di svolgere una lezione di prova gratuita per una delle sue attività quali Pilates, ma anche Tango e balli Country. Ai partecipanti sarà lasciato inoltre un piccolo omaggio preparato dalle nostre signore.

4 SOSTENITORI
 

€75

Pomeriggio insieme

Il centro sociale Frassinetti al termine della campagna e dopo lo svolgimento dell'attività prevista, organizza un pomeriggio con buffet da trascorrere in allegria insieme ai nostri anziani per vedere foto e video delle attività svolte.
Ai partecipanti sarà lasciato inoltre un piccolo omaggio preparato dalle nostre signore.

2 SOSTENITORI

FAI TU

Zirudela di SanLocca

Le nostre signore scriveranno una zirudela apposta per l'occasione da consegnare a tutti i nostri sostenitori

IMPORTO MINIMO € 5 35 SOSTENITORI