Sociale

L’Emergenza Sanitaria Sars-Cov-2 ha invaso inaspettatamente e con violenza la vita quotidiana della Comunità l’Arcobaleno. Sin da subito sono stati chiari i rischi per le Strutture, le comunità e i luoghi di accoglienza, dovuti all’esistenza del coronavirus. La quotidianità della vita è stata stravolta e trasformata dalla necessaria introduzione di rigide regole e corposi protocolli sanitari messi a punto per la tutela della salute di tutte le Persone che abitano la Comunità.
I Decreti Governativi e i Regolamenti regionali hanno chiuso il nostro Centro Diurno, frequentato da 13 Persone con Disabilità Intellettiva e di sostegno per le attività quotidiane del Centro Residenziale, luogo di vita di altre 20 persone.
Le persone con disabilità intellettiva, stanno soffrendo molto per i limiti imposti dall’isolamento e per l’interruzione di attività vitali e a supporto del mantenimento delle capacità.
Con 3.500 Euro riusciamo garantire DPI per circa un mese di lavoro. Grazie


Perché stiamo chiedendo il tuo aiuto?

94705399-136789Il contesto della pandemia Mondiale da Covid-19 ha comportato per tutti una sostanziale modifica della vita quotidiana e di abitudini consolidate. Questa situazione non vede nei prossimi mesi una risoluzione, ma al contrario, pare evidente la necessità di strutturare corposi interventi per evitare di compromettere la salute delle Persone Accolte e al contempo imparare a convivere con il virus, rendendo possibile il mantenimento di servizi essenziali e sapendo, realisticamente, che il ritorno alla normalità non è vicino. Occorre poter garantire al Personale la presenza costante di un numero consistente di Dispositivi di protezione Individuale per prevenire o contenere la possibilità di contagio e allo stesso tempo operare modifiche strutturali con la finalità di rendere sicuri i luoghi di vita e di attività.

Grazie al tuo supporto possiamo acquistare subito:
  • Barriere e pannelli protettivi per consentire a più Persone Accolte del Centro Diurno, chiuso dalle disposizioni Regionali, di poter riprendere le attività in totale sicurezza;
  • Mascherine filtranti chirurgiche, FFP1 e FFP2
  • Guanti in lattice, in vinile e in nitrile
  • Dispositivi per protezione oculare
  • Indumenti di protezione quali tute e/o camici
  • Calzari e/o sovrascarpe
  • Cuffie e/o copricapi
  • Dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea
  • Detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici
  • Letti elettrici
  • Apparecchi medicali (elettrocardiografo/saturimetro)
  • Divise per il personale
Ogni contributo, piccolo o grande, sarà davvero prezioso per combattere l’isolamento, la frustrazione e le innumerevoli difficoltà che ormai fanno parte del nostro lavoro quotidiano.

Chi Siamo?

93305496-135760L’Arche gestisce un Centro Socio Riabilitativo Residenziale e un Centro Socio Riabilitativo Semiresidenziale (Diurno) per persone con disabilità intellettiva. I servizi sono accreditati in base alla normativa regionale. Il Centro Residenziale sorge all’interno di un grande giardino ed è strutturato in due piccole case, detti “Focolari”, con 19 persone che risiedono stabilmente nella Comunità. Il Centro Diurno ha una capacità di accoglienza di 20 persone ed è il luogo in cui viene valorizzata la capacità delle persone inserite in contesti di tipo lavorativo, accoglie alcune persone che vivono nel Centro residenziale e altre esterne alla Comunità.

La Comunità “L’Arcobaleno” propone un modello di vita “famigliare” in cui condividere la vita di ogni giorno e in cui persone con e senza disabilità intellettiva possono sentirsi accolte nel proprio essere se stesse. Prima di essere un’organizzazione, un’istituzione o un progetto, l’Arche è innanzitutto un’esperienza. Chi entra all’Arcobaleno è accolto come persona, unica e irripetibile, con la sua storia e il suo essere qui e ora. Al centro dell’esperienza sta la relazione tra gli uni e gli altri che si vuole costruire nella reciprocità e nella condivisione di vita e lavoro tra le persone che abitualmente, quotidianamente o sporadicamente, si trovano in Comunità.

Le Origini

La prima comunità dell’Arche nacque nel 1964 a Trosly, in Francia, quando Jean Vanier, rispondendo a una chiamata di Dio, insieme a un padre domenicano amico propose a Raphael Simi e Philippe Seux, affetti da disabilità mentale, di andare a condividere la loro vita nello spirito del Vangelo. Da allora molte altre comunità sono sorte in ogni parte del mondo, in contesti religiosi, sociali e culturali diversi e tutte sono unite da una visione comune e dallo stesso spirito di accoglienza, di condivisione e di semplicità.
Scopo dell’Arche è di creare comunità in cui possano vivere e sentirsi a casa persone con disabilità intellettiva e rispondere allo sconforto di coloro che troppo spesso vengono rifiutati, ridandogli un posto nella società.

Il Progetto dell’Arche e Il segno che l’Arche vuole essere nel mondo

69622370-114770L’Arche – Comunità L’Arcobaleno- Impresa Sociale fa parte della Federazione Internazionale delle Comunità fondate da J. Vanier, che riunisce tutte le Comunità presenti nei cinque continenti. L’ambiente pedagogico e terapeutico che si sviluppa nelle comunità permette alle persone con disabilità intellettiva di ricevere l’aiuto di cui hanno bisogno per poter crescere in tutte le dimensioni della persona. La vita comunitaria sostiene le relazioni attraverso momenti di festa, di celebrazione e di vita condivisa in un ambiente familiare e fraterno.
L’Arche sa di non poter accogliere tutte le persone con disabilità intellettiva mentale, sa di essere non una soluzione ma un segno: il segno che una società realmente umana deve essere fondata sull’accoglienza e sul rispetto dei più piccoli e dei più deboli.
In un mondo sempre più diviso, l’Arche vuole essere un segno di speranza: le sue comunità, fondate su relazioni di alleanza tra persone di livello intellettuale, origine sociale, religione e cultura diverse, sono un segno di unità, di fedeltà, di riconciliazione.

Tutte le Comunità e i progetti dell’Arche riconoscono e condividono la stessa identità e la stessa Missione:
Identità dell’Arche: Siamo persone, con e senza disabilità mentale, che condividono la loro vita in Comunità che appartengono ad una Federazione Internazionale. Le relazioni reciproche e la fede in Dio sono al cuore del nostro progetto comune. Riconosciamo il valore unico di ogni persona ed il bisogno che abbiamo gli uni degli altri.

Missione dell’Arche è: Far conoscere i doni delle persone con disabilità mentale, rivelati attraverso relazioni di reciprocità che sono fonte di un cambiamento personale. Promuovere Comunità che si ispirino ai valori essenziali presenti nella storia fondatrice dell’Arche e che rispondano all’evoluzione dei bisogni dei loro membri. Dentro le differenti culture cui si appartiene, impegnarsi a costruire insieme una società più umana.

News

Abbiamo riaperto il Centro Diurno

Postato il 29/06/2020 by L’Arche - Comunità l’Arcobaleno – Impresa Sociale

Nei giorni scorsi abbiamo ricominciare ad accogliere i nostri ragazzi del Centro Diurno, il tutto …

Continua a leggere

Sostenitori

Ecco i gloriosi GINGERs che hanno sostenuto il progetto finora:

Ginger Luisa Carretti

Ginger Andrea Forgiarini

Ginger Andrea Forgiarini

Ginger Fabrizio martelli

Ginger Maria Grazia Bonora

Ginger Mario Roma

Ginger Giuseppina Bagnoli

Ginger Germana Persico

Ginger Giorgio Moretti

Ginger Fanny Sigurani

Ginger Rosetta Tantillo Zerbetto

Ginger Dario Baessato

Ginger Elia Carbonieri

Ginger pietro bussolari

Ginger Margherita Bovo

Ginger Annalisa Peddes

Ginger DANILO BRINTAZZOLI

Ginger Steven Piccione

Ginger Graziella Stradiotto De Rossi

Ginger Alberta Cotti

Ginger Le Blond Emmanuelle e Jérôme

Ginger Vanna e Libero Besteghi

Ginger De Rossi Nicola

Ginger Luca Zancan

Ginger Elena Paoletti

Conosci il progettista:

larche_250x250

L’Arche - Comunità l’Arcobaleno – Impresa Sociale

L’Arche gestisce un Centro Socio Riabilitativo Residenziale e un Centro Socio Riabilitativo Semiresidenziale (Diurno) per persone con disabilità intellettiva. I servizi sono accreditati in base alla normativa regionale. Il Centro Residenziale sorge all’interno di un grande giardino ed è strutturato in due piccole case, detti “Focolari”, con 19 persone che risiedono stabilmente nella Comunità. Il Centro Diurno ha una capacità di accoglienza di 20 persone ed è il luogo in cui viene valorizzata la capacità delle persone inserite in contesti di tipo lavorativo, accoglie alcune persone che vivono nel Centro residenziale e altre esterne alla Comunità. La Comunità “L’Arcobaleno” propone un modello di vita “famigliare” in cui condividere la vita di ogni giorno e in cui persone con e senza disabilità intellettiva possono sentirsi accolte nel proprio essere se stesse. Prima di essere un’organizzazione, un’istituzione o un progetto, l’Arche è innanzitutto un’esperienza. Chi entra all’Arcobaleno è accolto come persona, unica e irripetibile, con la sua storia e il suo essere qui e ora. Al centro dell’esperienza sta la relazione tra gli uni e gli altri che si vuole costruire nella reciprocità e nella condivisione di vita e lavoro tra le persone che abitualmente, quotidianamente o sporadicamente, si trovano in Comunità.


info.bologna@arca-it.org

Dillo a tutti!

CONDIVIDI


COPIA IL LINK

Lascia un commento

98%

3.425

raccolti su € 3.500

98 %

obiettivo raggiunto

31

sostenitori

-42

giorni

SOSTIENI

 

€20

UNA CALAMITA PER TE

Queste calamite sono realizzate dai ragazzi che frequentano il nostro centro diurno. Un piccolo pensiero per il tuo generoso gesto.

3 SOSTENITORI

 

€35

CALAMITA + SHOPPER

Una calamita prodotta dai ragazzi del Centro Diurno ed una shopping bag della nostra linea "Ascolta".

3 SOSTENITORI

Disponibilità: 97

 

€50

ISTANTANEE D'AMORE

Istantanee d'Amore è il nostro primo libro di poesie scritto in CAA

Dalla prefazione di Antonella Costantino
… “Si tratta di un prezioso esempio di come, mettendo a disposizione delle persone con disabilità uno spazio e un ascolto adeguati e strumenti che consentano a tutti, anche a coloro che non parlano, di esprimersi pienamente, sia possibile toccare qualunque tema con profondità e leggerezza insieme.”…

6 SOSTENITORI

Disponibilità: 14

 

€75

Ranocchio - Un libro SPECIALE + Video di Ringraziamento

RANOCCHIO - Il nostro primo libro in simboli CAA --> Comunicazione Aumentativa Alternativa

Siamo un gruppo di persone che si incontra il martedì pomeriggio per pensare, leggere, raccontare e scrivere parole che assieme formano delle storie.Iniziamo facendo una lista di parole perchè ogni persona ha delle parole importanti.
A volte la maggioranza sceglie la parola per iniziare la storia.
A volte la parola è così bella che partiamo subito da quella.
A volte le parole le suggerisce qualcun’ altro.
E’ così che è nato Ranocchio.

Inoltre uno degli "Autori" di Ranocchio ti manderà un video di ringraziamento personalizzato

3 SOSTENITORI

 

€100

Dracula in CAA + Shopper + Video di Ringraziamento

Dracula di Bram Stoker è una pubblicazione della collana INBook Parimenti. Proprio perché cresco, nata sotto la supervisione del Centro Studi INBook e dedicata a lettori giovani adulti con disabilità linguistiche e cognitive, che, da oggi, grazie a questa traduzione in simboli, potranno assaporare il gusto dell'ultimo grande romanzo gotico. In abbinata una shopping bag della nostra linea "Ascolta".

Uno dei ragazzi della Comunità ti manderà inoltre un video di ringraziamento personalizzato

2 SOSTENITORI

 

€250

REGALA una LETTURA ANIMATA

Regala a una scuola, una biblioteca o una ludoteca di Bologna e provincia una Lettura Animata in CAA.
Da sempre le letture ad alta voce sono un modo bello e coinvolgente per avvicinarsi al mondo dei libri. Sono anche un modo per entrare maggiormente a contatto con le storie, tuffarcisi dentro ma ... non sempre per tutti il verbale è il canale migliore per seguire le storie.
Così il nostro Laboratorio CAA, in collaborazione con la Fondazione Gualandi, ha creato "Parole Segnate e simboli parlanti" (letture animate per tutti).
Attraverso l'uso della Comunicazione Aumentativa, delle lingua dei segni e di animazioni, racconteremo assieme delle storie. Dopo il momento di lettura ci sarà la possibilità di vivere assieme un momento ludico attraverso i giochi del "Laboratorio CAA". Non è un laboratorio per bambini con disabilità ma per tutti, per poter vivere assiemme grandi e belle emozioni.

FAI TU

Donazione Libera

Quest’anno, più che mai, ogni singolo contributo per noi è importante per continuare ad assistere Persone con Disabilità Intellettive in totale sicurezza.

IMPORTO MINIMO €5

14 SOSTENITORI