Audiovisivo
Obiettivo sostenibilità: 3 - Salute e benessere 11 - Città e comunità sostenibili 13 - Lotta contro il cambiamento climatico

Ogni storia non raccontata è una storia persa. Da più di 20 anni noi dell’Associazione Museo della Bora lavoriamo in un vortice di refoli e ricordi per valorizzare questo vento così unico che è il respiro di Trieste. C’è una cosa alla quale teniamo in modo particolare: le memorie dei triestini. Perché ogni triestino (anche quelli acquisiti!) ha almeno un ricordo speciale legato alla Bora!
Lo abbiamo visto concretamente dal 2004, da quando abbiamo aperto il Magazzino dei Venti, il primo nucleo di un Museo della Bora che sogna di diventare più grande. Ma per far crescere il nostro Museo le nostre risorse non bastano, specialmente di questi tempi.
Aiutaci a conservare e raccontare le memorie di Bora dei triestini con una nuova serie di interviste video. Sostieni con una donazione la nostra campagna di crowdfunding, raccogliamo nuove #memoriedibora!

banner-piccolo-

Il nostro progetto

Un paio d’anni fa, senza risorse, ma solo con la nostra passione, abbiamo iniziato a fare delle interviste con Simone Cester, giovane videomaker, per tramandare i ricordi dei triestini legati alla Bora. Adesso vogliamo continuare questa raccolta di memorie con nuove interviste, perché in questi ultimi tempi, abbiamo già perso troppe persone e, con loro, le storie mai raccontate… Per riuscirci però abbiamo bisogno del tuo aiuto!

Il nostro obiettivo

Conservare le storie del vento e della nostra città, realizzando almeno 5 nuove pillole video con le Memorie di Bora dei triestini, da presentare in una serata speciale e da custodire e mostrare nel nostro futuro Museo.

Chi vogliamo intervistare?

Privilegeremo le persone anziane che hanno vissuto memorabili episodi di Bora come quello del febbraio 1954. Ma ci teniamo anche a raccogliere ricordi più recenti. Abbiamo una cassettina piena di foglietti con brevi racconti di oggetti volati via o di situazioni complicate per colpa dell’amata-odiata Bora. Naturalmente sono benvenuti anche i vostri suggerimenti: segnalateci i vostri ricordi speciali per far crescere questo progetto insieme. 

Tra le persone che intervisteremo c’è lo scrittore Pino Roveredo autore di un bellissimo pezzo dedicato alle memorie del nostro vento sul quotidiano Il Piccolo. Ma le persone che desideriamo intervistare sono tante. Ve le faremo scoprire un po' alla volta!

Cosa vogliamo raccontare?

Il vento è un tema emozionante, potremo scoprire storie divertenti piene di "morbin", ma anche storie commoventi. È un modo di raccontare, insieme al vento, una città unica. Queste pillole potranno diventare un unico grande film.

Dove mostreremo le videopillole?

Organizzeremo una proiezione pubblica al Teatro Miela per ringraziare tutti quelli che ci avranno sostenuto con questa campagna di crowdfunding. Il vento è dalla nostra parte, le nostre vele hanno bisogno anche del tuo soffio!

Altrimenti dove le condivideremo?

Una volta realizzate le videopillole saranno sempre a disposizione di chiunque sul nostro canale YouTube.

Perché ci servono 2.500 euro?

Ci servono per realizzare almeno 5 videopillole ben fatte (costo di produzione/riprese/montaggio audio/video e postproduzione: costo 2.000 euro) e per presentarle al pubblico al Teatro Miela (noleggio sala, proiezione e comunicazione: costo 500). 2.000 + 500 = Budget totale 2.500 euro.

Sostieni la nostra campagna con una donazione, scegli la tua ricompensa e raccogliamo insieme nuove #memoriedibora!

Un refolo, un assaggio: guarda qui le interviste che abbiamo già realizzato con il professor Elio Polli


e con l’associazione A.R.I.S. per l’invecchiamento attivo


Come si fa a raccontare un vento?

Ad esempio, con un ferro da stiro! È un oggetto che mostriamo a ogni visita al Magazzino dei Venti. Certo, pensando alla Bora si pensa subito alle corde per le strade o ai “iazini” da mettere sotto le scarpe. Eppure gli oggetti (e i ricordi) che si possono associare alla Bora sono tantissimi. E fantasiosi come i triestini! Sì, ma, perché il ferro da stiro? Perché nel 2010 in occasione di una mostra ricevemmo una bella lettera di una gentilissima signora. Ci scrisse che quando era piccola, dato che era molto leggera, sua madre le metteva un ferro da stiro nella cartella per non farla volare! La lettera era corredata da una bella foto di un vecchio ferro da stiro d’altri tempi, provvidenziale escamotage anti-bora. Incredibile, no? Ma ci sono tante storie incredibili come questa da scoprire ancora nella città della Bora! Magari c'è anche la tua o quella di una persona a te cara.

Due parole su di noi

Siamo l’Associazione Culturale Museo della Bora APS, nata nel 1999. Il sodalizio, come dice il nome, è stato fondato con l’obiettivo di creare a Trieste un Museo della Bora e del Vento. Perché? Perché ci crediamo, e i fatti ci stanno dando ragione. Nel 2004 abbiamo inaugurato, con le nostre energie, il Magazzino dei Venti, probabilmente il primo piccolo museo dedicato esclusivamente al vento. Abbiamo colmato un vuoto, abbiamo dato vita “dal basso” a un archivio, unico nel suo genere, che ha ispirato una lunga e fortunata serie di iniziative, laboratori, libri, perfino tesi di laurea. Siamo spesso citati sulla stampa italiana e perfino su quella estera. Provate a cercare “Museo della Bora” con Google. Molti ci hanno scoperto con Boramata, la festa del vento con il giardino di girandole in piazza Unità che ritornerà dal 18 al 20 giugno 2021! Il nostro museo in progress è stato protagonista di due recenti esperienze di museo pop up: a Esof/Science in the city festival 2020, con un taglio più scientifico, e alla Biblioteca di Villa Dora di San Giorgio di Nogaro, con un taglio più fantasioso. Un po' alla volta sta nascendo il Museo della Bora ideale. Aspettando di trovare finalmente lo spazio che questo originale museo merita.

Perché sostenere le Memorie di Bora?

Perché ci mettiamo tante risorse, lavoro e passione in questo progetto ma in questo ultimo anno è diventato tutto più difficile. Ci teniamo a raccogliere i ricordi in particolare delle persone più anziane, che hanno vissuto la Bora in tempi ancora meno confortevoli di questi. La Bora cambia, le memorie, se raccolte, restano!

News

Traguardo raggiunto!

Postato il 17/06/2021 by Associazione Museo della Bora

Oggi abbiamo superato i 2.500 euro!

Continua a leggere


Abbiamo superato il 50%!

Postato il 16/06/2021 by Associazione Museo della Bora

Grazie a chi sta già soffiando per il progetto "Memorie di Bora" e a chi sta per farlo

Continua a leggere

Sostenitori

Ecco i gloriosi GINGERs che hanno sostenuto il progetto finora:

Ginger Fedrigo Annalisa e Federico

Ginger Luigi Sartori

Ginger Dino Durigatto

Ginger paola fortuna

Ginger Civibank - CiviCrowd - Comunità di valori

Ginger Elena Panciera

Ginger Antonella Coppola

Ginger Gabriele Mina

Ginger Giuliano Maria Gaia

Ginger Francesca Misculin

Ginger Salvatore Lopreiato - Valeria Poletto

Ginger Rosanna Drigo

Ginger Stefano Mirti

Ginger Giacomo Pompanin

Ginger Giacomo Pompanin

Ginger Nicolette Mandarano

Ginger Lorenzo Vidoni

Ginger Chiara Tomasina

Ginger Elisa Correggia

Ginger Chiara Zanola

Ginger Giuliano Crevatin

Ginger Luca Cattonaro

Ginger Barbara Croatto

Ginger CLAUDIA BELARDI

Ginger Elisa Romeo

Ginger Francesca Pilloni

Ginger Tiziana Urzan

Ginger Federico Zadnich

Ginger Federico Zadnich

Ginger Giulia Massolino

Ginger Alessia Pavarotti

Ginger Giulia Massolino

Ginger Paola & Marino Haruki Viezzi

Ginger Paolo Pascutto

Ginger Federica Perossa

Ginger Paola Selva

Ginger Luca

Ginger Chiara Cecalupo

Ginger Maddalena Misculin

Ginger Civibank - CiviCrowd - Comunità di valori

Conosci il progettista:

Prospero Lombardi - Associazione Museo della Bora

L’Associazione Culturale Museo della Bora è nata nel 1999. Il sodalizio, come dice il nome, è stato fondato con l’obiettivo di creare a Trieste un Museo della Bora e del Vento. Il vento è qualcosa di invisibile ma molto presente nelle nostre vite, un tema trasversale capace di unire mondi diversi, come la scienza e l’arte, la letteratura e i mulini, le memorie e la meteorologia, la cultura alta e la cultura popolare, le canzoni e il gioco, e molto altro ancora. L’Associazione Museo della Bora (cfr. il sito www.museobora.org), ha dato vita “dal basso” a un archivio, unico nel suo genere, che ha ispirato una lunga e fortunata serie di iniziative, laboratori, pubblicazioni, tesi di laurea. Persino un prodotto turistico eolico: un depliant – I luoghi della bora – che invitava a scoprire Trieste in modo originale e intimo, cercando i punti dove il vento soffia più forte, ma anche quelli dove ripararsi meglio. Una nuova sfida è iniziata nel 2004, quando in uno spazio privato è stato inaugurato il Magazzino dei Venti, “lo spazio del vento e della fantasia”, una vetrina dell’idea del museo che abbiamo in mente (il Progetto Bora Museum). Il Magazzino, in ormai quasi vent’anni è stato visitato da più di 12.000 persone (visite su appuntamento) tra le quali centinaia di bambini, questo spazio è stato censito dalla Guida ai Musei d’Italia del Touring Club e segnalato perfino da un autorevole sito di viaggi (sorprendentemente, immeritatamente) come uno dei Top 5 fra i piccoli musei in Europa (http://viaggi.corriere.it/viaggi/weekend/arte-e-cultura/2012/ottobre/top5-museipiccoli.shtml?photo=9). Vi si possono trovare materiali dell’archivio del prof. Silvio Polli “il mago della bora”, cartoline e fotografie, le vecchie corde a cui aggrapparsi, una curiosa collezione di venti in bottiglia, oggetti e documenti originali da Trieste e dal mondo, altri cimeli eolici.


museobora@iol.it

Dillo a tutti!

CONDIVIDI


COPIA IL LINK

117%

2.935

raccolti su € 2.500

117 %

obiettivo raggiunto

46

sostenitori

-16

giorni

SOSTIENI

 

€300

Filmiamo te o la persona che vuoi te

Hai un ricordo speciale con la Bora? Tra le persone da intervistare potresti esserci anche tu o una persona alla quale tieni. Riprenderemo il tuo racconto di Bora (o quello della persona che ci segnalerai) in modo professionale! E memorabile, come il tuo contributo.

1 SOSTENITORE

 

€10

Diploma di Gettasoldi al Vento

Per una volta questa definizione ha un'accezione positiva! Non saranno soldi sprecati!

9 SOSTENITORI

 

€15

Un sonoro grazie!

Una pillola sonora piena di Bora! Un suono a sorpresa registrato in un luogo caratteristico di Trieste. Appena lo sentirete, capirete!

4 SOSTENITORI

 

€15

“Una serata di refoli e memorie”

Un posto al Teatro Miela riservato a te per assistere alla proiezione in anteprima dei video realizzati anche grazie al tuo contributo per questo progetto di raccolta delle “Memorie di Bora”.

3 SOSTENITORI

Disponibilità: 97

 

€30

Donatore memorabile • 2 biglietti e il tuo nome nei titoli!

Ti diremo grazie e lo diremo forte! Anzi, lo scriveremo nei titoli di coda del film che monteremo mettendo insieme a tutte le videopillole delle #memoriedibora finanziate da questa campagna di crowdfunding.
In più ti doneremo 2 biglietti per la prima proiezione pubblica delle interviste.

7 SOSTENITORI

Disponibilità: 44

 

€30

Visita personalizzata al Magazzino dei Venti per 2 persone

Per scoprire le Memorie di Bora e tante curiose cose di Bora
e di vento da tutto il mondo, nel museo più ventoso della città.

4 SOSTENITORI

 

€50

Per voce sola

Se non vuoi apparire in video, e preferisci farlo in audio, puoi raccontarci i tuoi ricordi di Bora davanti al nostro registratore. La tua voce diventerà così una delle voci della Bora per la nostra raccolta di preziose memorie!

4 SOSTENITORI

 

€100

Laurea in Bora Chiara e Bora Scura

Un titolo prestigioso per chi sostiene questo progetto prestigioso! Un diploma da mostrare a tutti con orgoglio, con fierezza. Con tanta Bora ma senza troppa boria, eh!

5 SOSTENITORI

FAI TU

Donazione libera

Ogni donazione è importante, grazie per il tuo prezioso aiuto!

IMPORTO MINIMO €5

9 SOSTENITORI