Idea Ginger
Faq Contatti Come funziona Login progettista
Audiovisivo | Cooperazione internazionale
Obiettivo sostenibilità: 1 - Sconfiggere la povertà 4 - Istruzione di qualità 10 - Ridurre le disuguaglianze 16 - Pace, giustizia e istituzioni solide
Obiettivo raggiunto!
5.655 raccolti su € 4.000 141 % obiettivo raggiunto 101 sostenitori 16/12/2022 progetto concluso
Il filo di sabbia sarà un documentario cortometraggio che racconta storie di solidarietà tra l’Italia e il popolo saharawi, che sopravvive da quarant’anni tra la sabbia e il vento solo grazie alla propria determinazione e agli aiuti materiali delle ONG internazionali che lo sostengono.
Per dare luce al documentario abbiamo bisogno del tuo aiuto, così che i saharawi possano essere protagonisti della propria storia e raccontarla al mondo.

***Aggiornamento***

Adesso siamo sicuri di poter realizzare il nostro cortometraggio e grazie alla vostra generosità, abbiamo visto che stanno continuando ad arrivare sempre più sostenitori. È per questo che abbiamo deciso che, tutto quello che raccoglieremo in più, sarà investito per migliorare ancora di più tutti gli aspetti di post produzione e distribuzione internazionale del film.

Con 600 euro in più possiamo fare la Color Correction in una sala DaVinci, con una strumentazione e un software molto potente, che ci permetteranno di sfruttare al massimo la qualità delle nostre immagini

Con altre 600 euro in più potremo finalizzare il mix del suono in una sala pro-tools ottimizzata per i cinema

Con ulteriori 500 euro , possiamo potenziare la distribuzione internazionale del film e, con qualsiasi ulteriore contributo possiamo organizzare una proiezione cinematografica nel deserto, per mostrare i film al suo protagonista: il popolo saharawi!

***

C’è un ragazzo in bici che disseta i bambini che giocano a calcio nella piazzetta, un calzolaio al mercato che è anche un militare del fronte Polisario, una giovane sorella che sorride sempre e un’altra che racconta i segreti mentre prepara la cena. Poi c’è uno studente che ogni mattina fa 50 km in autostop per andare a scuola, c’è una famiglia che si riunisce solo al venerdì perché tutti passano le settimane in differenti wilayat, un giovane educatore che insegna ai bambini, una regina che gioca a Sigh. Ci sono muri dipinti e case in mattoni di fango, che si sciolgono sotto la pioggia, lasciando il posto a case nuove in mattoni di cemento. C’è un museo della resistenza che ti sbatte in faccia la storia di un popolo che ha subito e subisce ancora la prepotenza di altri popoli, rivelando l’orgoglio e la dignità di una vera nazione. C’è l’odore delle capre che ti si attacca addosso, la carne di cammello, la preghiera delle 9…


Il filo di sabbia racconta le storie quotidiane dei Saharawi e i progetti che la cooperazione internazionale porta avanti per aiutare questo popolo a trovare strategie per vivere in maniera più autonoma. Grazie all’impegno di due ONG, Cisp e Nexus Emilia Romagna, e Rete Tifariti, siamo riusciti a trovare il budget per il viaggio e le riprese nei campi profughi a sud dell’Algeria, nella parte di deserto del Sahara più ostile che ci sia, ma ci serve il tuo aiuto per poter realizzare il documentario e permetterne la distribuzione e la diffusione!

Alla base di questo documentario c’è l’esigenza di parlare e far tornare a parlare del popolo Saharawi, con una particolare attenzione al loro contributo attivo nella narrazione e coinvolgendoli attivamente nella lavorazione. Avremo infatti il supporto logistico della scuola di cinema presente nei campi grazie alla quale studenti e insegnanti saharawi saranno impiegati nelle riprese, nella composizione delle musiche e nell’organizzazione del film

L’attenzione dell’opinione internazionale è molto importante. Infatti, i Saharawi sopravvivono in gran parte grazie agli aiuti umanitari e lottano quotidianamente per ottenere il riconoscimento della propria indipendenza e un futuro di autonomia.


Due anni di pandemia hanno spento i riflettori su questa situazione e reso più complesso portare avanti azioni sul territorio da parte delle ONG. È per questo che Cisp e Nexus sono coinvolte nel percorso narrativo, con i loro progetti, che si intrecciano al quotidiano dei protagonisti.

Ma il racconto è inutile senza un pubblico e, per poter diffondere al meglio il nostro film nei festival di cortometraggi internazionali e portarlo all'attenzione dei media dobbiamo poter contare su un'ottima post-produzione professionale e su un lavoro di diffusione adeguato. Per questo motivo abbiamo necessità di trovare altri fondi. Con i soldi raccolti potremo:

  • Montare il cortometraggio per costruire il racconto di questa storia e finanziare color correction e mix audio (€ 1800)
  • Lavorare con dei musicisti Saharawi per creare una colonna sonora unica per il film (€ 500,00)
  • Impiegare un team di traduttori italiani e Saharawi per realizzare i sottotitoli in lingua italiana, spagnola e inglese per rendere il film visibile a un pubblico più vasto possibile (€ 700);
  • Potremo finanziare il lancio del documentario e la partecipazione del film a festival, concorsi, rassegne e occasioni pubbliche, per fare in modo che questa storia venga conosciuta da più persone possibile (€ 1000).

Le riprese del film sono fissate per tre settimane a cavallo di settembre e ottobre 2022. Il regista Tommaso Valente si recherà nei campi dove troverà una piccola troupe che lo accompagnerà a raccogliere le storie del film. Sarà affiancato nel suo viaggio dai cooperanti di Cisp e Nexus che stanno lavorando a progetti educativi per bambini, di sostegno al reddito femminile e all'agricoltura locale.

La finalizzazione del cortometraggio è prevista per dicembre 2022 e la distribuzione sarà effettuata durante tutto il 2023.


Il popolo saharawi vive in uno stato di segregazione dal 1974, quando la propria nazione, appena decolonizzata dagli spagnoli, è stata invasa dal Marocco, che ancora oggi controlla tutta la parte costiera sfruttandone le ricchezze agricole, turistiche e minerarie. Si costituisce, da parte saharawi, il fronte Polisario che rappresenta, a tutti gli effetti, la resistenza del popolo e la lotta per rivendicare la propria territorialità. A seguito di una tregua, negli anni 90 una risoluzione ONU (denominata MINURSO) ha decretato la necessità di organizzare un referendum per stabilire in maniera definitiva la sovranità del territorio oggetto del contendere: il cosiddetto Sahara Occidentale. Il referendum non si è mai fatto e il popolo saharawi vive ancora nel deserto profondo, in campi profughi e segregato da un muro fortificato e minato, eretto dal regno marocchino, lungo oltre 2000 km. A tutt'oggi è il muro della vergogna più lungo del mondo!

Il nostro intento è quello di valorizzare la dignità di questo popolo e la sua incredibile capacità di superare le continue prove che la storia gli mette di fronte puntando l'obiettivo su chi, come ciascuno di noi, affronta le difficoltà della vita quotidiana. Vogliamo cogliere le analogie, più che sottolinearne il disagio, affinché si possano creare quanti più ponti culturali e sociali possibile, perché questo filo di sabbia che ci lega è sottile e fragile, si può spezzare con un soffio di vento, ma brilla come l'oro se decidiamo di tracciarlo insieme! Noi ce la metteremo tutta, e tu? Aiutaci a stendere questa traccia, granello dopo granello un semplice filo di sabbia potrà diventare una strada verso l'indipendenza. 


Instant Documentary è un'Associazione di Promozione Sociale specializzata nella realizzazione di ogni forma di documentari con una particolare predisposizione verso le tematiche sociali, di cooperazione e solidarietà e di progetti educativi. Siamo legati al popolo saharawi da lungo tempo e, nel 2019, abbiamo realizzato "Ravenna- Saharawi andata e ritorno", film mediometraggio che intreccia le storie di un gruppo di ragazzi ravennati con un gruppo di coetanei Saharawi. Nel 2020/21, in piena pandemia, abbiamo realizzato sul nostro blog (www.instantdocumentary.it) i progetti "Diario de mi cuarentena" e "I figli delle stelle", rispettivamente un racconto scritto e un podcast in italiano, spagnolo e arabo che racconta il lockdown nei campi grazie alle testimonianze a caldo dei protagonisti. Qui sotto potete vedere uno dei video raccolti proprio durante quel periodo, realizzato per noi da un medico saharawi che lavora nei campi.




Conosci il progettista

id_light round

Tommaso Valente - Instant Documentary

Instant Documentary è un'Associazione di Promozione Sociale che promuove e realizza documentari, video, podcast e progetti culturali con una prospettiva sempre indipendente.


info@instantdocumentary.it

News

Al momento non ci sono news pubblicate.

Commenti dei sostenitori

Ciro Linardo - 16/12/2022

Sahara Libre!

Alessandro Becherucci - 12/12/2022

GRAZIE PER QUESTA INIZIATIVA SAHARAWI LIBERO

isabella baricchi - 06/12/2022

grande Laura e in bocca al lupo per il progetto!!!

id_light round Instant Documentary

Grazie Isabella, viva il lupo!

Dora Casalino - 05/12/2022

Un grazie a chi si spende per cambiare narrazione e restituire dignità attraverso l'arte.

id_light round Instant Documentary

Grazie a te, Dora, siamo felici di quello che dici e speriamo che il film ti piaccia, perché ora siamo sicuri che si farà e che lo vedrai in anteprima. Un abbraccio

micaela rovecchio - 04/12/2022

Siete un filo meraviglioso. Grazie del lavoro che state facendo.

id_light round Instant Documentary

Grazie a te Micaela! Il tuo sostegno è la nostra energia!

Loredana Corrà - 03/12/2022

Complimenti per il vostro bel progetto. Spero che il film possa essere realizzato e che in molti lo possano vedere.

id_light round Instant Documentary

Ce l'abbiamo fatta, la tua speranza diventerà realtà! Grazie!

Loretta Pagani - 01/12/2022

Spero si possa realizzare il progetto.

id_light round Instant Documentary

La tua speranza è stata esaudita, si realizzerà! Grazie Loretta, un abbraccio!

Francesca Bombarda - 30/11/2022

Sempre legata al “filo” della cooperazione. Un abbraccio

id_light round Instant Documentary

Un filo solido e solidale! C siamo, il documentario si farà, anche grazie a te!

Alice Grasso - 24/11/2022

Un grosso in bocca al lupo per il vostro magnifico progetto❤️

id_light round Instant Documentary

Ora lo possiamo dire: il documentario si farà! Viva il lupo e un grazie enorme!

[Anonimo] - 13/11/2022

Bravi. Marcello

id_light round Instant Documentary

Bravo tu, con tutti quelli che ci sostengono! Grazie!

SIMONA FRANCHINI - 11/11/2022

Bellissimi l'idea di narrare questa storia, complimenti a tutti coloro che stanno lavorando al progetto!

id_light round Instant Documentary

Complimenti a te, il tuo gesto ci permetterà di realizzare questo documentario!

Mariachiara Quadrifoglio - 09/11/2022

Fate conoscere questa realtà unica, terribile e meravigliosa! Buon lavoro e grazie.

id_light round Instant Documentary

Ci impegneremo al massimo, promesso!

Giulia Olmi - 05/11/2022

Daje!

id_light round Instant Documentary

Grazie a te, Giulia: ce l'abbiamo fatta!!! Un abbraccio!

Sostenitori

Ecco i gloriosi GINGERs che hanno sostenuto il progetto finora:

Ginger Ciro Linardo

Ginger Luca Ferrero

Ginger Marilena Romano

Ginger Carla Ferrero

Ginger Federico Santini

Ginger Elisabetta Cavalieri

Ginger UISP UNIONE ITALIANA SPORT PER TUTTI

Ginger Magdalena

Ginger Studio Croma animation srl

Ginger Luciana Corrà

Ginger Michela Corrà

Ginger Alessandro Becherucci

Ginger Camilla Schiaroli

Ginger Ignazio Favaloro

Ginger isabella baricchi

Ginger Alberto Pavinato

Ginger Mariella Zancanaro

Ginger Anna Margherita Dalla Torre

Ginger Adriano Gelo

Ginger Leonardo Tonelli

Ginger Diego Lombardi

Ginger Dora Casalino

Ginger PIETRO TONIN

Ginger Franz Polacchini

Ginger associazione El Ouali Bologna

Ginger Claudio Cantù

Ginger Armando

Ginger SANDI MARIANGELA

Ginger Mirko Pareti

Ginger Gabriele Contri

Ginger Fabi&Emi

Ginger Monica Benzi

Ginger Marzia Paini

Ginger micaela rovecchio

Ginger Loredana Corrà

Ginger Valeria Cassino

Ginger Nadia Conti, Presidente CittaVisibili APS

Ginger Diego Ramoni

Ginger Marco Degli Esposti

Ginger Luisa Messina

Ginger Riccardo Bergonzoni

Ginger Elisa Zancanaro_Filippo De Martin

Ginger Lorenzo Torcello

Ginger flavia albano

Ginger Manlio Pastore

Ginger Loretta Pagani

Ginger Gianluca Castellini

Ginger Matteo Parrucci

Ginger Paola Di Natale

Ginger Francesca Bombarda

Ginger Elisa Gasparri

Ginger GIORDANO .MOLINAZZI

Ginger Francesca e Ergi

Ginger carla valeri

Ginger Christian Poli

Ginger Associazione Jaima Sahrawi

Ginger Julia Preto Cerini

Ginger Federico Gonzato

Ginger Annarita Argento

Ginger Alice Grasso

Ginger Martina Zancanaro

Ginger Isa Grassano

Ginger Maria Tappatà

Ginger Daniele De Luca

Ginger Maria Tappatà

Ginger Lorenzo Mazzilli

Ginger Maria Teresa Beccari

Ginger Francesca Amalfitano

Ginger SIMONA FRANCHINI

Ginger Mariachiara Quadrifoglio

Ginger Claudio Rosazza

Ginger Valeria Cenni

Ginger Associazione Kabara Lagdaf odv

Ginger daniela derobert

Ginger Elena Luppi

Ginger Faycal Tounsi

Ginger Giulia Olmi

Ginger Simona@tunabites.it

Ginger Emma Amiconi

Ginger Urania

Ginger Letizia

Ginger Stefano Vaccari

Ginger edoardo masoni

Ginger Joana Fresu de Azevedo

Ginger Emil Banca Credito Cooperativo - Contagio Solidale

Ginger Carmelo Cosentino

Ginger Eleonora Suppi

Ginger Tommaso Valente

Dillo a tutti!

CONDIVIDI


COPIA IL LINK

SOSTIENI

 

€10

Grazie di cuore!

Sei nel cuore del nostro filo di sabbia! Il tuo contributo è prezioso e riceverai un ringraziamento sui nostri social network, nella newsletter della nostra associazione e sul nostro blog!

31 SOSTENITORI

 

€20

Sahara Vencerà

Sostieni la causa saharawi ovunque tu vada. Ti invieremo una esclusiva spilletta con la bandiera della RASD dal design unico e originale. Riceverai inoltre i ringraziamenti sui nostri canali social, sulla nostra newsletter e sul blog!

21 SOSTENITORI

 

€35

Istantanee dal deserto

Uno scatto unico tutto per te. Per ringraziarti per la tua generosità ti dedicheremo una foto originale, scattata durante la lavorazione, e te la invieremo stampata in formato A5.

10 SOSTENITORI

 

€50

Racconti dal deserto

Prenota i nostri racconti dal deserto. Il diario di lavorazione del documentario sarà presto un ebook edito da Passerino Editore. Con questa donazione lo riceverai in anteprima, insieme ad una foto originale scattata durante la lavorazione e stampata in formato A5

10 SOSTENITORI

 

€60

Portare il Saharawi addosso

Grazie! Per te c'è una T-Shirt del Sahara Occidentale realizzata artigianalmente sul posto da "Sahara Libre Wear". Purtroppo quando siamo stati nei campi ne abbiamo potuto prendere un numero limitato, ce ne sono solo 15 di taglie assortite. Affrettati per poter scegliere quella più adatta a te: indossa la solidarietà!

4 SOSTENITORI

Disponibilità: 11

 

€100

Un'anteprima solo per te

Grazie per la tua donazione! Meriti una ricompensa speciale: ti invieremo in anteprima il film per sapere la tua opinione e migliorarlo! Inoltre riceverai il file ad alta qualità del documentario una volta terminato, per poterlo guardare tutte le volte che vorrai e mostrarlo ai tuoi amici.

6 SOSTENITORI

 

€150

Anteprima o racconti? Entrambi!

Tanta generosità merita un ringraziamento ancora più esclusivo! Avrai il film e il libro prima di tutti! Ti invieremo il documentario prima di chiudere il montaggio, per sapere la tua opinione e migliorarlo! Inoltre riceverai il file ad alta qualità del documentario una volta terminato, per poterlo guardare tutte le volte che vorrai e mostrarlo ai tuoi amici. Ma prima di tutte queste cose, già a fine campagna, riceverai l'ebook in anteprima!

2 SOSTENITORI

 

€300

Edizione limitata

Ne possiamo assegnare solo 15, ma sono davvero preziose. Il nostro ringraziamento speciale riservato a te è un'edizione speciale, stampata e rilegata di tutti in numeri 2021 del bollettino "Oltre la sabbia e il vento". Potrete gustarvi in maniera unica gli approfondimenti, interviste e reportage sulle vicende del popolo Saharawi.

1 SOSTENITORE

Disponibilità: 11

FAI TU

Quanto vuoi tu

Dona quanto vuoi per sostenere la realizzazione di questo documentario. Grazie da tutt* noi, per cominciare a smuovere un deserto serve ogni singolo granello!

IMPORTO MINIMO €5

16 SOSTENITORI