Audiovisivo | Sociale | Modena

Da febbraio 2018 portiamo avanti a Modena un percorso di arte partecipata durante il quale abbiamo scritto collettivamente il soggetto di un cortometraggio. Abbiamo bisogno di voi per organizzare nuove riprese, e costruire in questo modo "Gioco di ruolo", un film che includa la documentazione del percorso e le scene di finzione che abbiamo ideato insieme.
Vogliamo creare un'opera video in cui la distinzione tra cinema del reale e cinema di finzione perda di senso, perché nel definire i personaggi e le situazioni di finzione abbiamo messo in gioco le nostre vite reali e la nostra sensibilità. Quello che emerge dall'opera è una riflessione sul nostro immaginario collettivo, sugli automatismi culturali che guidano le nostre scelte e che formano i nostri stereotipi. Ma soprattutto emerge la profonda e contraddittoria complessità delle persone reali, che sempre e comunque supera la nostra immaginazione.

Una scoperta. Non ero sicura di partecipare e alla fine non ho saltato nemmeno un incontro. Nel descrivere gli oggetti, nel definire i personaggi maschile e femminile è emerso tanto di noi. Ci siamo divertiti/e...ci siamo commossi/e. È nato un sottile legame che volta dopo volta ti faceva sperare che fossimo di nuovo tutti/e lì. Vorrei fosse un inizio di un'avventura da condividere con tanti/e. (Simona)

Gioco di ruolo è un progetto di documentario la cui ideazione è cominciata nel 2016, e che si sta sviluppando per fasi successive. Nasce dell'esigenza di di lavorare sul tema dello stereotipo, delle gabbie culturali all'interno delle quali tutti e tutte ci muoviamo. Da queste premesse è emersa la necessità di lavorare con altre persone con continuità e in maniera approfondita, per moltiplicare i punti di vista e mettere in dialogo realtà diverse tra loro, come quelle di Simona, Patrizia, Rossella. Abbiamo già fatto tanto lavoro, che sotto descriviamo nel dettaglio, ora ci serve il vostro aiuto per poter organizzare nuove riprese per girare tutto il materiale necessario per la costruzione della nostra opera video

Per la sua stessa natura Gioco di ruolo è un'opera video inclassificabile, che non rientra nei rigidi schemi dei bandi classici di finanziamento, un'opera che abbiamo cominciato senza sapere dove ci avrebbe portato. E dal momento che tutte le fasi del lavoro sono state condivise, partecipate, e aperte a tutte/i, quale strumento migliore di una produzione dal basso e partecipata potrà garantirci continuità e coerenza?

Il budget che ci proponiamo di raggiungere ci servirà per pagare il "reparto fotografia" per 5 giorni di riprese: direttor* della fotografia, eventuale noleggio luci e attrezzature. Si tratta del primo, indispensabile, tassello per poter continuare i lavori! 

Il progetto nel dettaglio è suddivisibile in tre fasi: S.oggettiva, Disordinaria e Gioco di ruolo. Le prime due fasi sono state già realizzate.


Fase 1: S.oggettiva (realizzata)

Un volantino ricevuto via mail. La curiosità, la ricerca, fra i tanti oggetti che mi appartengono, di uno in particolare che mi rappresentasse. E poi un percorso di stupore verso qualcosa che va al di là delle abitudini codificate del mio quotidiano. È stato timore e diffidenza. È stato un tentativo di mettermi in gioco, rapportandomi con gli/le altri/e, traducendo in parole e azioni emozioni e sentimenti. (Patrizia)


s-oggettiva-pic

La formula dell'arte partecipata è arrivata dopo lunghe ricerche, e proprio per radunare un gruppo di persone con le quali avviare un lavoro collettivo. Grazie al fondamentale apporto di Silvia Petronici, curatrice indipendente, abbiamo ideato un percorso di arte partecipata per il territorio di Modena. A febbraio 2018 il percorso è stato promosso e anticipato da S.oggettiva, mostra itinerante proposta in luoghi e contesti molto diversi tra loro, nel corso dei quali abbiamo chiesto alle persone si portare un oggetto da lasciarci in prestito, andando in questo modo a comporre la mostra stessa. A tutte le persone abbiamo chiesto di spiegarci davanti a telecamera perché avevano scelto proprio quell'oggetto: poteva trattarsi di una scelta casuale, spontanea, oppure molto ponderata. La scelta dell'oggetto non era vincolata a nessun parametro specifico, si trattava di un dispositivo di relazione che ci ha permesso di stabilire un primo contatto con le persone, introdurle al linguaggio video e alla nostra modalità di lavoro, il più possibile inclusiva. I video e le foto realizzati durante gli eventi sono andati ad arricchire la mostra stessa, che si è conclusa dopo tre settimane nella sede del progetto. In questa fase abbiamo intervistato più di 70 persone.


img-2886-mediaimg-9655-media


Fase 2: Disordinaria (realizzata)

È stato per me una grande occasione di confronto che attingeva ora al cuore nell'esperienza personale e ora al racconto collettivo. Ho apprezzato in tutti/e una grande serietà e attenzione, un grande senso di partecipazione, nessuno/a si è risparmiato/a. (Rossella)

disordinaria-pi

A marzo 2018 è cominciata la seconda fase del percorso, Disordinaria, a cui hanno partecipato alcune delle persone incontrate nella prima fase e altre che hanno aderito al progetto sulla spinta di una call pubblica. Nel corso di 6 incontri intensivi a cadenza regolare, il gruppo così assemblato ha lavorato a stretto contatto con la regista Valentina Arena, gli attori Francesco Marchi e Cristina Gianni alla scrittura collettiva di un soggetto di cortometraggio di finzione. Insieme abbiamo sperimentato concretamente situazioni e possibilità, partendo da spunti iniziali e dalle proposte che sono emerse dal lavoro collettivo. Gli oggetti raccolti durante S.oggettiva sono entrati in gioco e hanno innescato situazioni di grande interesse, diventando simboli di un racconto stratificato e complesso. Siamo riuscite/i a innescare una profonda riflessione sulla quotidianità mantenendo una modalità di lavoro leggera, coinvolgente, creativa. Il percorso si è concluso a giugno con un esito finale coerente con la natura del lavoro svolto nei mesi precedenti: abbiamo allestito il set per girare un piccola scena di finzione e, trattandosi di una scena corale, abbiamo dato la possibilità a chiunque volesse di partecipare alle riprese come comparsa, e interagire con le altre persone tramite l'assegnazione di un ruolo. Si è trattato del culmine del lavoro fatto insieme e al tempo stesso dell'inizio di una nuova fase che speriamo di riuscire a realizzare.


Fase 3: Gioco di ruolo (we need you!)

Quello che ora abbiamo è questo: tutta la documentazione audiovisiva di un percorso profondo e intenso, che per noi e per le persone con cui abbiamo lavorato è stata un'esperienza umana e artistica incredibile. Dal lavoro fatto finora è emersa la struttura di una storia di finzione, indissolubilmente legata alla parte documentaristica: abbiamo bisogno di nuovi fondi per poter scrivere e organizzare nuove riprese, lavorando con lo stesso metodo inclusivo che abbiamo sperimentato e rodato finora. Il tuo contributo ci permetterà di pagare parte delle spese legate alle riprese (i/le professionisti/e coinvolti/e, le attrezzature, le spese vive ecc), ci permetterà inoltre di preservare la nostra indipendenza e di continuare il percorso in questo clima di sperimentazione continua, libera e collettiva.


collettiva

 

News

19 luglio OPEN DAY a Modena!

Postato il 14/07/2018 by Associazione Insolita

Orario: 10.30-13.00 e 15.30-20, nella nostra sede di Modena in Via Don Minzoni 121

Continua a leggere


Il dvd di "Al riparo degli alberi" tra le ricompense

Postato il 12/07/2018 by Associazione Insolita

Il nostro documentario in vendita per la prima volta!

Continua a leggere

Sostenitori

Ecco i gloriosi GINGERs che hanno sostenuto il progetto finora:

Ginger Giulia Zurlini

Ginger Anna Pattuzzi

Ginger Augusto Valmori

Ginger Paola Venturelli

Ginger Paola Venturelli

Ginger VERONICA BORGHI

Ginger giovanna zoboli

Ginger simona messori

Ginger Chiara Paniz

Ginger Carretti Patrizia

Ginger Paula Isidora

Ginger Luisa Bastoni

Ginger antonella parrocchetti

Ginger Silvia Petronici

Ginger parrocchetti antonella

Ginger Associazione Insolita

Conosci il progettista:

coccinella da sola pulita

Valentina Arena - Associazione Insolita

Associazione Insolita nasce nel 2013 per dare forma alla collaborazione di un gruppo di professioniste/i dell’arte e della cultura attive/i da anni sul territorio regionale. L’associazione realizza contenuti inediti ed elabora progetti indipendenti relazionandosi con enti, associazioni, istituzioni, aziende e privati cittadini. Le persone che fanno parte del team operativo provengono tutte da ambiti disciplinari diversi. Questo permette all’associazione di offrire un’ampia gamma di servizi ma soprattutto di proporre progetti trasversali, in cui l’intreccio e la convivenza di diversi approcci diventa il vero valore aggiunto.


info@insolita.net

Dillo a tutti!

CONDIVIDI


COPIA IL LINK

Lascia un commento

432

raccolti su € 2.500

17 %

obiettivo raggiunto

22

sostenitori

-81

giorni

SOSTIENI

 

€10

Grazie!

Verrai ringraziato/a pubblicamente sulla nostra pagina facebook!

9 SOSTENITORI
 

€15

DVD "Al riparo degli alberi" - ritiro in sede

Curioso/a di sapere che cosa abbiamo fatto in passato? Prenota il dvd del nostro documentario "Al riparo degli alberi" (info sull'opera le trovi nel sito!). Potrai passare a prenderlo alla fine della campagna (o dopo il raggiungimento dell'obiettivo) nella nostra sede di Modena (Via Don Minzoni 121).

2 SOSTENITORI
Disponibilità: 28
 

€18

DVD "Al riparo degli alberi" - spedizione

Prenota il dvd del nostro documentario "Al riparo degli alberi" (info sull'opera le trovi nel sito!). Ti verrà spedito tramite raccomandata alla fine della campagna (o dopo il raggiungimento dell'obiettivo).

3 SOSTENITORI
Disponibilità: 26
 

€20

Il tuo nome nei titoli di coda + spillina

Il tuo nome verrà citato tra i ringraziamenti nei titoli di coda del film e riceverai la splendida spillina della nostra associazione! Verrai ringraziata/o pubblicamente sulla nostra pagina fb

5 SOSTENITORI
Disponibilità: 45
 

€30

Il tuo nome nei titoli di coda + poster firmato

Il tuo nome nei titoli di coda e riceverai il poster del film in formato A3, su carta patinata opaca, firmato sul retro dal gruppo di lavoro! (l'immagine è una bozza)

2 SOSTENITORI
Disponibilità: 23
 

€40

Il tuo nome nei titoli di coda + tutti i gadgets personalizzati

Il tuo nome nei titoli di coda, il poster del film in formato A3 firmato e con dedica personale, la spillina!

1 SOSTENITORE
Disponibilità: 19
 

€100

Il tuo nome nei titoli di coda + 2 biglietti per il cinema

Il tuo nome verrà citato tra i ringraziamenti nei titoli di coda, riceverai due biglietti per una delle proiezioni pubbliche del film, nel corso della quale verrai ringraziato/a pubblicamente. Prevediamo che la diffusione pubblica del film cominci a partire da Giugno 2019.


Disponibilità: 15
 

€200

Il tuo nome nei titoli di coda + 4 biglietti per evento di anteprima

Il tuo nome nei titoli di coda e 4 inviti ad un evento di anteprima riservato al gruppo di lavoro, nel corso del quale si proietterà una prima versione del film (evento organizzato a partire da Maggio 2019). Verrai presentato/a al gruppo di lavoro.


Disponibilità: 8
 

€500

Sei produttore/produttrice!

Il tuo nome verrà citato nei titoli di testa alla voce "Produzione", ben visibile in tutti i contesti di proiezione del film! Verrai invitato/a alla proiezione in anteprima (probabilmente Maggio 2019) e ringraziato/a in tutte le occasione di presentazione pubblica del film.


Disponibilità: 20
 

€800

Sei produttore/produttrice e hai accesso al set di ripresa

Il tuo nome verrà citato nei titoli di testa alla voce "Produzione" e potrai essere presente sul set durante le riprese, per vedere come lavoriamo! Verrai invitato/a alla proiezione in anteprima (probabilmente Maggio 2019) e ringraziato/a in tutte le occasione di presentazione pubblica del film.


Disponibilità: 5

FAI TU

Decidi tu!

Qualsiasi tipo di supporto per noi è prezioso. Grazie!

IMPORTO MINIMO € 5