Food | Sociale | Ambiente | Beni comuni

Volete assicurare un futuro gustoso a tutte queste pagnotte? Le bocche aspettano!
Aiutatemi a generare genuinità, fantasia, golosità e prelibatezza!
Ma senza il necessario il locale rimane vuoto… Il laboratorio ha bisogno di un forno a legna, arredamento per produrre, organizzare corsi e incontrarsi tutti insieme per creare e infornare…ha bisogno di una FAMIGLIA :)


***Aggiornamento***

Grazie al vostro aiuto e a tutti i fantastici contributi il mio primo obiettivo è stato raggiunto! Sua maestà il FORNO approderà al laboratorio non appena i lavori di ristrutturazione saranno terminati!

Dato che la campagna rimarrà aperta fino al 14 febbraio mi sento di potervi chiedere un altro aiuto, ponendomi un secondo obiettivo.

Durante le scorse settimane sono sorti dei problemi inaspettati: la necessaria installazione di una canna fumaria esterna per cui dovrò fare un grosso investimento di 10.000 euro.

La mia decisione di procedere con questa spesa è data dalla volontà di venire incontro ai condomini del palazzo: non è mia intenzione creare alcun disagio! I rapporti di vicinato e con la comunità nella quale mi insedierò voglio che siano sinceri e umani.

Per questo chiedo il vostro supporto ancora una volta! Mi aiutate a contribuire per questo mio secondo obiettivo? Rilancio la campagna per una raccolta di altri 3.000 euro.

I miei vicini saranno anche un po' i vostri, andiamo loro incontro!

Grazie

Irene

***


QUAL E' IL MIO PROGETTO?


Da Madre Ignota –  Forno di comunità nasce dal mio amore per il pane e dalla volontà di portare un po' di campagna in città. Vorrei ridare a questo alimento la sacralità quotidiana con cui veniva mangiato in passato e riprendere l’usanza di trovarsi in un luogo comunitario per infornarlo. 

Il mio amore per il “pane di una volta”, quello che al solo odore evoca ricordi lontani, si affianca e si accompagna alla mia voglia di condividere e condividermi.

Per questo mi impegnerò a produrre pane, biscotti, crackers, focacce, grissini…e tutti i più disparati prodotti da forno. Venderò al dettaglio - su ordinazione -, alle realtà autogestite (Camilla – Emporio di Comunità, GAS - Gruppi di Acquisto Solidale, CSA - Comunità di Supporto all'Agricoltura) e ai mercati locali. Ma voglio anche che il mio laboratorio sia un luogo di ritrovo: un giorno a settimana aprirò le porte (e accenderò i fuochi) a te che vorrai cuocere la tua pagnotta – con il pretesto di ridere, scherzare e scambiarsi ricette e consigli. (Ovviamente con mascherina, pinne ed occhiali :) )

Condividerò con te anche ricette e segreti (non tutti, ovviamente…altrimenti il bello dove sta?) organizzando corsi di panificazione casalinga e molto altro.

20200919-145249


67279089-247129


PERCHE' QUESTO NOME?


Madre: essere vivente in grado di creare.  

Ignoto: non conosciuto, di cui nessuno sa nulla.  

Lavorare con la pasta madre aiuta ad accettare e a rallentare. Aiuta a tornare modesti e ascoltare. Esistono delle costanti che puoi tenere sotto controllo per ottenere uno specifico risultato, ma ogni giorno l’impasto sarà differente e ogni pane sarà diverso e non saprai come sarà fino a che non apri il forno e annusi, tocchi, assaggi. Così ogni giorno sarà un esperimento e una sorpresa...un pane unico da una Madre Ignota.

67362245-247129



Ma quindi… ???? Di cosa ho bisogno? Di tante attrezzature ma la necessità più impellente riguardo l'acquisto del FORNO A LEGNA

Ho preso in affitto un locale in via Cesare Abba 12/A a Bologna. Utilizzerò un forno a legna a combustione inversa che costa 6000 euro.

Oltre ad essere lo strumento protagonista senza il quale il pane non può attuare la sua trasformazione ultima è, anche, lo strumento attorno al quale graviteranno i nostri incontri durante le infornate comunitarie. Insomma..senza di lui nulla può realizzarsi!
67127547-247130



CHI SONO IO?


Mi chiamo Irene e sono una giovane donna, sostenitrice di una cultura più attenta ai temi della tutela ambientale e a quelli di un’alimentazione più sana. Desidero apportare un contributo originale, con un tocco di femminilità, nel mondo della panificazione con pasta madre e grani antichi. Credo fortemente nella possibilità di cambiare così come credo che i movimenti indotti dal basso, con “rivoluzioni silenziose” costituiscano un potenziale trasformativo di forte impatto sociale, politico, economico e culturale. Essi discendono dalla somma delle scelte individuali e dei piccoli ma significativi gesti che ciascuno di noi compie nella quotidianità. Grazie a questi gesti riescono a lievitare percorsi di pane resistente: un pane che resiste a questa automazione massiva che oggi investe ogni ambito della società e gran parte della nostra vita.

Produttor* e artigian* hanno il grande compito di “osare”. I/le co-produttori/rici ne hanno uno ancora più importante: quello di scegliere, indirizzando il mondo.


facebook-4


img-20190617-wa


COME LAVORO?...


Impasto a mano, uso solo lievito madre e sto attenta alla provenienza della farina, locale e biologica, macinata a pietra e proveniente al 100% da grani di antiche varietà. Ogni prodotto che uso è tracciabile.


...E SOPRATTUTTO, PERCHE'?


La pasta madre - che non è altro che un pezzo di impasto di pane fermentato - è costituita da una colonia di batteri e lieviti in un numero molto, molto maggiore rispetto il lievito di birra - che contiene solo un ceppo batterico -. Questa diversità permette una scomposizione molto più efficace degli zuccheri e degli amidi presenti nella farina, portando ad una vera e propria pre-digestione da parte della microflora batterica. Da questo deriva sia una maggiore digeribilità sia una maggiore durata del pane così, che può essere consumato nell’arco di una settimana. La scelta dei grani antichi invece deriva da due motivi principali: il primo è il recupero di varietà e tecniche agronomiche che stanno scomparendo - e con loro, cultura e sapienza contadina -; e il secondo riguarda la presenza di un glutine molto delicato rispetto quello contenuti nei grani moderni - per questo il mio pane è, molto spesso, mangiato anche dagli intolleranti -.

…E un pane così non può che esser cotto nel forno a legna!

67225430-247129


News

Al momento non ci sono news pubblicate.

Sostenitori

Ecco i gloriosi GINGERs che hanno sostenuto il progetto finora:

Ginger Franca Bonavita

Ginger Marta Amanti

Ginger Federica Benatti

Ginger Eleonora Bovolenta

Ginger Patrick Ravaioli

Ginger Giada Zoli

Ginger Giovanni Dazzi

Ginger Giovanna Tinunin

Ginger Virginia viliani

Ginger TOMBA EVA

Ginger Elia Conti

Ginger Fabio Parentela

Ginger Luca Gabbrielli

Ginger Mirco D'inca

Ginger Giuliano Alba

Ginger giulia moruzzi

Ginger Susanna Camerlengo

Ginger Franco Ghiselli

Ginger Paola Riccioni

Ginger DONATO ZOCCHI

Ginger sandra santini

Ginger Cristiana Griffoni

Ginger Francesca Stopponi

Ginger Eleonora Lazzari

Ginger Emanuele/Marco Tripodi

Ginger Federico Torelli

Ginger Silvia Andreini

Ginger ANGELA MARIA FOTTICCHIA

Ginger Anna e Paolo

Ginger Fernanda Di Mastropaolo

Ginger Antonietta e Celo

Ginger chiara giorgio

Ginger Laura Piani

Ginger Floriano Piva

Ginger Stefano Bompani

Ginger Francesca Catalano

Ginger Martina Defanti

Ginger Susanna cavani

Ginger Alessandro Ramazza

Ginger CLAUDIA BERGONZONI

Ginger Camilla Perrone

Ginger Lorenzo Saredo

Ginger valeria roberti

Ginger Gloria Grazia

Ginger maria teresa ganzerla

Ginger Maurizio Ciprigno

Ginger Maurizio Gualandi

Ginger Maddalena Graziani

Ginger sara

Ginger CLAUDIA FILIPELLO

Ginger Francesco Suriano

Ginger Marco Bergamaschi

Ginger Elena Bergonzoni

Ginger Graziano Bottura

Ginger Laura Calligaro

Ginger Flavia Rossetti

Ginger Mirella Conti

Ginger Gilda Luce Martuscelli

Ginger FRANCESCO BEVILACQUA

Ginger Fra biagini

Ginger Elisa Carità

Ginger Caterina Tozzi

Ginger Nicolò Moruzzi

Ginger Silvia Zambonelli

Ginger Paola Sari

Ginger Francesca Ventura

Ginger Chiara Bellotti

Ginger Massimiliano Bruni

Ginger Dario Brazzale

Ginger Benedetta Spadazzi

Ginger Podere il Sorbo

Ginger Carlotta Candelotti

Ginger Nicoletta Scoz

Ginger Filippo Carnevali

Ginger Diana Cocchi e Rubini Amelia

Ginger Marisa Cimino

Ginger Giuseppe Zappala'

Ginger Maddalena Sala

Ginger Martina Gnan

Ginger Stefano Benedettelli

Ginger Cristina Pavia

Ginger Vittorio Tavernini

Ginger Gabriele Santi

Ginger Em

Ginger Anna Santonoceto Zanella

Ginger Martina Neri

Ginger Agnese Turchi

Ginger Stefano Magnani

Ginger Walther Orsi

Ginger Agnese Ghezzi

Ginger Matteo Garnero

Ginger francesca covella

Ginger Alessandro Romagnoli

Ginger Andre

Ginger Fabrizio Ferrucci

Ginger Sara Pellegrini

Ginger PANDORA PUCCIONI

Ginger Claudia Ragusa

Ginger Luca Errani

Ginger Giovanni Faruolo

Ginger Saggio ( Andrea)

Ginger Alice Molteni

Ginger Harry nevill

Ginger Cristina Bernacchia

Ginger Beloyanna Cerioli

Ginger Fabio Zanotti

Ginger Silvia Zanella

Ginger Martina Forasacco

Ginger Seminari Giancarlo

Ginger valentina barone

Ginger Lorenza Gallia

Ginger Sara radermacher

Ginger Simone Turano

Ginger Giovanna Costanzelli

Ginger anna ortigari

Ginger anna ortigari

Ginger Nadia Maranini

Ginger Titta Prosperi

Ginger Stefano Ferretti

Ginger VINCENZO DE DONATIS

Ginger Luigia Mennuti

Ginger Paolo e Raffaella

Ginger Silvia Corna

Ginger Chiara Martini

Ginger Adrio SAVINI e Rosanna LANZI

Ginger Dani Gonçalves

Ginger Isabella sala

Ginger Daniela Collina

Ginger Carla Cardinaletti

Ginger Sara Zannoni

Ginger GIOVANNI NETTO

Ginger Mario Cerasuolo

Ginger Franco Motta

Ginger Bigi Claudio

Ginger Francesca Antonucci

Ginger giulia falcone

Ginger Margherita Pedoni

Ginger Patrizia Giorgianni

Ginger Stamatis Psaroudakis

Ginger Franca Antonia Mariani

Ginger Elisabeth Kroess

Ginger Matteo Calzolari

Ginger Emilio Napolitano

Ginger Elisa Butelli

Ginger Alessandro Di Nicola

Ginger Yanis Tzortzakis

Ginger Giusy Castra

Ginger giuditta mottura

Ginger Gianluca Baldisserri

Ginger Francesca Medda

Ginger Ivan Tomba

Ginger Angiola Ardesi

Ginger Elisabetta Serrantoni

Ginger Lucia Catalano

Ginger Giovanni Notarangelo

Ginger valentina battistoni

Ginger Vittorio Curcio

Ginger Valentina Cerasuolo

Ginger Luisa Capasso

Ginger Francesco Baldi

Ginger Sonia Sabattini

Ginger Nahia Fernandez

Ginger Irene Labanti

Ginger Roberto Notarnicola

Ginger Rosalinda Maresca

Ginger Vito Giannini

Ginger Antonio de marco

Ginger Annalina

Ginger Agnese Agrizzi

Ginger Gabriella Petteruti

Ginger Alessio Nencioli lo shiatsuka fiorentino :P

Ginger anna guizzardi

Ginger Patrizia roncolato

Ginger Marianna Cassini

Ginger ILKAFRAGE

Ginger Giulia Mascadri

Ginger Nick Gold

Ginger stefania zuffa

Ginger Emilia Innocenti Degli

Ginger Luciana liardo

Ginger Tonio Lopriore

Ginger Silvia Marchesi

Ginger Jessica Di Placido

Ginger Maria Luigia Savoia

Ginger Glauco Venturi

Ginger Giuse Sapienza

Ginger lidia

Ginger Adelaide Valentini

Ginger ANTONELLA DALLARI

Ginger davide

Ginger Elisa Pompilio

Ginger Serena Miccolis

Ginger PAOLO PALLAVIDINO

Ginger Joanne Maloney

Ginger Elena Savini

Ginger Sara Pastorelli

Ginger Bianca Gualandi

Ginger Clarissa Cambi

Ginger Irene Conti

Conosci il progettista:

19574952_1993837487308532_467771493786576986_o

Irene Conti - Irene Conti

Nata e cresciuta a Bologna. Mi trasferisco a Firenze per motivi di studio. Il background universitario in Urbanistica e progettazione della città e del territorio insieme all'affinità ai temi della permacultura e sostenibilità hanno fortemente influenzato il mio pensiero e le mie azioni. Passo, così, i miei anni a Firenze tra realtà come Mondeggi Bene Comune, mercati contadini, spazi autogestiti e ricerca universitaria improntata su questioni legate a sovranità alimentare, agricultura urbana e periurbana, patti città-campagna, sviluppo di economie locali circolari, percorsi di progettazione partecipata e tanto altro. La sensibilità verso questi temi mi porta a riflettere molto sul mio ruolo di co-produttrice e sul valore delle mie scelte quotidiane: l’atto di fare la spesa e la decisione di autoprodurre il più possibile era, ed è, uno dei miei modi di fare politica. Grazie a tutto questo percorso e un anno e mezzo di viaggi in giro per il mondo e per comunità intenzionali approdo al pane in via definitiva: la volontà di creare maggior consapevolezza nelle persone riguardo temi ambientali, economici, culturali, agricoli e sociali (in una parola: agroecologici) attraverso questo alimento - simbolo del nutrimento di quasi tutte le culture del mondo – mi porta al sogno, e all'azione, di mettere le mani in pasta. L'amore per questo antico alimento mi riporta alle mie radici e al desiderio di tornare nella mia città d'origine...dove decido di reinventarmi definitivamente.


damadreignota.bo@gmail.com

Dillo a tutti!

CONDIVIDI


COPIA IL LINK

Lascia un commento

173%

10.355

raccolti su € 6.000

173 %

obiettivo raggiunto

227

sostenitori

-27

giorni

SOSTIENI

 

€10

GRAZIE dal cuore

Ringraziamento con una email personale e sui social

33 SOSTENITORI

 

€15

KIT di autoproduzione e infornata comunitaria

Vieni in laboratorio e ti preparo un sacchetto con la quantità di farina necessaria a fare 1 kg di pane! Ti allego la ricetta e se porti un barattolino da casa ti lascio anche la pasta madre:) così non ti manca proprio niente. Lo vuoi cuocere nel forno a legna? Beh...allora vieni anche alla prima infornata collettiva del Forno Comunitario (quando sarò pronta e non appena potremo rincontrarci), anche quella è compresa.

36 SOSTENITORI

 

€20

Sacchetto di stoffa o shopper - LIMITED EDITION

I primi 30 donatori si porteranno a casa o un sacchetto di stoffa dove riporre il pane o una shopper serigrafati Da Madre Ignota. Entrambi cuciti dalle donne del progetto della sartoria collettiva Donne Cucimondo. Vieni a ritirarlo in laboratorio il giorno prestabilito così puoi anche vedere dove lavoro! Non mancherà un assaggio a darti il benvenuto.

2 SOSTENITORI

Disponibilità: 28

 

€25

Adotta la pagnotta o cuociamola insieme - 1 mese

OPZIONE UNO: Adotta la pagnotta per 1 mese: avrai in omaggio 2 kg di pane e se vuoi mandarmi una foto la affiggerò in laboratorio...vedrai che bel collage verrà fuori :). La prima pagnotta vieni a prenderla in laboratorio, così ti mostro dove lavoro! La seconda te la porto a casa io (se abiti nel comune di Bologna). OPZIONE DUE: Ti piace farti il pane da sol* a casa ma vuoi cuocerlo in compagnia e in un forno a legna? Abbonati al Forno di Comunità. Una volta a settimana, per un mese (quando sarò pronta e non appena potremo rincontrarci), darai al tuo impasto la cottura che si merita.

21 SOSTENITORI

 

€30

Adotta la pagnotta a distanza - 1 mese

Abiti fuori Bologna o fuori Regione ma vuoi comunque sostenermi e assaggiare il mio prodotto? Adotta la pagnotta per 1 mese: avrai in omaggio 2 kg di pane. Te lo spedisco! Al mio pane non piace molto viaggiare (sai...è un tipo local) ma per questa volta può fare un'eccezione. Arriverà comunque fresco: si mantiene anche una settimana. Anzi..c'è chi dice che il giorno dopo è pure più buono. E se vuoi mandarmi una foto la affiggerò in laboratorio...vedrai che bel collage verrà fuori :).

19 SOSTENITORI

 

€45

Adotta la pagnotta o cuociamola insieme - 2 mesi

OPZIONE UNO: Adotta la pagnotta per 2 mesi - avrai in omaggio 4 kg di pane e se vuoi mandarmi una foto la affiggerò in laboratorio...vedrai che bel collage verrà fuori :). La prima pagnotta vieni a prenderla in laboratorio, così posso anche mostrarti dove lavoro! Le altre te le porto a casa io, di settimana in settimana (se abiti nel comune di Bologna) OPZIONE DUE: Ti piace farti il pane da sol* a casa ma vuoi cuocerlo in compagnia e in un forno a legna? Abbonati al Forno di Comunità. Una volta a settimana, per due mesi (quando sarò pronta e non appena potremo rincontrarci), darai al tuo impasto la cottura che si merita.

11 SOSTENITORI

 

€50

Adotta la pagnotta a distanza - 2 mesi

Abiti fuori Bologna o fuori Regione ma vuoi comunque sostenermi e assaggiare il mio prodotto? Adotta la pagnotta per 2 mesi: avrai in omaggio 2 kg di pane. Te lo spedisco! Al mio pane non piace molto viaggiare (sai...è un tipo local) ma per questa volta può fare un'eccezione. Arriverà comunque fresco: si mantiene anche una settimana. Anzi..c'è chi dice che il giorno dopo è pure più buono. E se vuoi mandarmi una foto la affiggerò in laboratorio...vedrai che bel collage verrà fuori :).

37 SOSTENITORI

 

€50

Grembiule - LIMITED EDITION

I primi 30 donatori si porteranno a casa a casa un bel grembiule serigrafato Da Madre Ignota. Entrambi cuciti dalle donne del progetto della sartoria collettiva Donne Cucimondo. Vieni a ritirarlo in laboratorio il giorno prestabilito così puoi anche vedere dove lavoro! Non mancherà un assaggio a darti il benvenuto.

5 SOSTENITORI

Disponibilità: 25

 

€75

Video lezione + breve ricettario

Per te una video lezione su come fare del buon pane anche a casa e la mia totale disponibilità a rispondere a dubbi e domande. In allegato un PDF con alcune ricette dolci e salate ;)

7 SOSTENITORI

 

€150

Cesto di prodotti con pane fantasia - LIMITED EDITION

Cesto prodotti della linea Da Madre Ignota (crackers, taralli dolci, grissoni misti...tutto fatto a mano, con amore e con l'aiuto della mitica Nonna Papera). Entro i primi 6 mesi di inizio attività riceverai un assaggio di alcuni prodotti da forno consegnato direttamente a casa tua (se abiti a Bologna) o ritirato a Camilla – Emporio di Comunità. UDITE UDITE...Hai del rosmarino in giardino? Hai dei pomodori secchi arrivati con il pacco di mammà direttamente dal profondo sud? se mi portate in laboratorio le erbe o le stuzzicherie che volete mettere dentro la pagnotta posso rendere il vostro pane...davvero VOSTRO ;)

10 SOSTENITORI

Esaurita!

 

€200

Giornata insieme (quando sarà possibile) con pizzata a pranzo

Ti prometto una giornata intera dedicata a voi e a noi - max 4 partecipanti per gruppo -, durante la quale potremo mettere le mani in pasta insieme, sperimentare, cuocere e assaggiare.

4 SOSTENITORI

FAI TU

It's up to you

Per chi vuole donare solo per donare, chi vuole supportarmi ma abita lontano, chi vuole donare più di quanto ho stabilito...insomma...A voi la scelta!

IMPORTO MINIMO €5

42 SOSTENITORI