Editoria

Questo progetto si propone di raccogliere i fondi per stampare un libro di Armando Verdiglione, Urkommunismus. La paura della parola. Pubblicare un libro sembra una cosa facile, scontata, comune. Non lo è quando è un libro scritto da chi, come Armando Verdiglione, per le sue iniziative culturali è agli arresti domiciliari da due anni, nonostante la solidarietà di centinaia di intellettuali internazionali e la raccolta di migliaia di firme su Change.org. Non lo è se la casa editrice che doveva pubblicarlo è stata chiusa perché impossibilitata a proseguire, sempre per lo stesso attacco giudiziario. Non lo è se il libro, un volume di 816 pagine, non ripete i precetti del luogo comune, ma compie l’analisi degli scritti chiamati “fondatori” che segnano la nostra epoca, in oriente e occidente. E prova come ogni regime imbastisce la paura della parola per confiscare la vita. Per questo, stampare questo libro è un gesto di civiltà, un gesto che si rivolge al valore.

Attraverso l’Urkommunismus ogni regime, in oriente e in occidente, imbastisce la paura della parola per confiscare la vita. 

L’Urkommunismus — ovvero il luogo comune, l’utopia, il luogo puro e di origine — presiede a ogni dottrina misterica, diventata oggi ideologia politica, penale, sociale, finanziaria, istituzionale, aziendale, e ne detta canoni, formule, algoritmi. È il riferimento di ogni burocrazia nel suo cerimoniale sacrificale, penale.


In questo libro si compiono l’analisi e la lettura degli scritti chiamati “fondatori”, che segnano la nostra epoca, gravandola, nei suoi modelli e nei suoi uffici. Ne risulta il testo della parola, nonché la novità assoluta.

E si discutono qui anche le lettere di Aldo Moro, le lettere delle Brigate rosse, gli scritti di Paolo VI, di Mani pulite, la legislazione europea e italiana, gli scritti del cardinale Carlo Borromeo, di Giordano Bruno, di Eckhart, di Dante Alighieri, i Rigveda, la Bhagavad Gita, le Upanishad, l’Avesta, l’Yijing, Laozi e il Daodejing, Liezi, Zhuangzi, la Bibbia, Buddha, il Corano, Antigone, Medea, i classici della tragedia, i classici dell’epica, della lirica, della filosofia, della scienza, della logica matematica, Confucio, Mencio, Ma gcig, VI Dalai Lama, Mao, Khomeyni, Gandhi, Narendra Modi, Xi Jinping.  


Quando pubblicare è un gesto di civiltà

Perché pubblicare questo libro? L’Autore, Armando Verdiglione – traduttore di opere come Logica del senso di Gilles Deleuze e Il martello delle streghe degli inquisitori Institor e Spenger, psicanalista, saggista, editore, fondatore della cifrematica, la scienza della parola –, ha pubblicato 43 libri che hanno sempre suscitato un dibattito senza precedenti sulle questioni nodali degli ultimi cinquant’anni. 

Nel 1979 ha fondato la casa editrice Spirali, che ha pubblicato oltre 800 libri e riviste di grande valore culturale, proponendo in Italia autori come il premio Nobel Elie Wiesel, Jorge Luis Borges, Eugène Ionesco, Bernard-Henri Lévi, André Glucksmann, Harold Bloom, Julia Kristeva e dissidenti di vari paesi, come il russo Vladimir Bukovskij, il cinese Harry Wu, l’iraniano Ebrahim Nabavi, il cubano Armando Valladares e altri. Nel 1984 ha restaurato e aperto al pubblico la splendida Villa san Carlo Borromeo (Milano Senago), divenuta centro di cultura internazionale e Museum of the Second Renaissance, sede, tra l’altro, della più grande collezione europea d’arte russa.


Le sue iniziative culturali e le imprese libere che ha fondato e diretto in vari ambiti del pianeta hanno comportato dal 1985 due attacchi giudiziari senza precedenti: il secondo, con l’accusa di frode fiscale, è iniziato nel 2009, e ha causato la chiusura e l’attuale degrado totale della Villa san Carlo Borromeo, il fallimento della casa editrice Spirali e l’attuale detenzione domiciliare di Verdiglione, nonostante il sostegno e la solidarietà di intellettuali di valore internazionale, come Fernando Arrabal, Jean Daniel, Alain Finkielkraut e nonostante le migliaia di firme raccolte per la liberazione di Verdiglione nella piattaforma Change.org.


Questa devastazione giudiziaria ha impedito la pubblicazione di questo e altri libri di Verdiglione, e la ripubblicazione di libri come Il martello delle streghe, Il mito della malattia mentale di Thomas Szasz e Gli archivi segreti di Mosca di Vladimir Bukovskij.


L’Associazione culturale Progetto Emilia Romagna, che da 35 anni ha attuato varie iniziative per la promozione dei libri, del dibattito e della lettura, invita a contribuire alla pubblicazione di Urkommunismus. La paura della parola perché la considera un gesto di civiltà, che consente la diffusione di un pensiero dissidente e innovativo e di una lettura assolutamente inedita della nostra epoca, con le indicazioni per affrontare le nuove sfide dei prossimi decenni.      


INDICE DEL LIBRO

0. L’abbandono, l’officium, la cura, nonché l’impegno, il silenzio della parola, i motivi, nonché la liturgia, la pulizia, la sicurezza.  

1. L’apertura, la garanzia, lo spalancamento, nonché l’effimero, il solenne, il frivolo e il futile, nonché l’incontro, la tensione, la riuscita, nonché il dannoso, il pernicioso, il nocivo, nonché la prevenzione del magistrato, la sua immaginazione, la sua credenza.

2. La dignità, la virtù, il valore, nonché il principio, il racconto, la vita civile, nonché la magistratura, il potere, l’afflizione, nonché l’affare Italia, l’affare Europa, la civiltà, nonché le premier chien, la discrezionalità, l’arbitrio. 

3. Le armi, la guerra, il partito, nonché la madre, l’affaire, l’approdo, nonché la contraddizione che non è una, la domanda, il risultato, nonché il potere della magistratura, l’ideologia delle catene, l’impero del bene. 

4. Dissidenza, rivoluzione, statuto intellettuale, nonché la paura, la morte, il segno di colpa, nonché l’infamia, la calunnia, la libertà dalla parola, nonché il partito ignorante, l’atrocità, la provincia, nonché la tragedia di Allah, Iblis, la critica della religione. La Colonna infame, il Malleus maleficarum.  

5. Il cielo, la terra, l’oceano, nonché l’equità, la festa, la celebrazione, nonché l’esperienza, la casa, la grammatica, nonché il miracolo, il reato, la redenzione, nonché la predizione, l’esecrazione, l’eroe eterno. Giovanni Falcone.  

6. La deduzione, la seduzione, l’abduzione, nonché la suggestione, la persuasione, l’influenza, nonché la truffa, il furto, l’estorsione, nonché l’analitica, la retorica, la destinazione, nonché l’indizio, l’opinione, il valore, nonché il piano, l’imperscrutabile, la prevenzione del nulla  

7. La questione donna, l’enigma, il casus insolubilis, nonché l’ospite, la reliquia, la polvere, nonché il sospetto, la proprietà privata, l’apoteosi, nonché bellum iustum, lo spirito epidittico, il destino dei Labdacidi. L’Antigone. 

8. L’ordine, il cervello, la cosa libera, nonché il compromesso, il blocco, l’obbligo penale, nonché l’alternativa, il convincimento religioso, lo squartamento, nonché il supremo dominatore, il popolo unico, “il sale della terra”, nonché il dio danaro, l’infedele, l’incivile. 

9. L’idea, la scrittura, il compimento, nonché il simbolico, il letterale, il cifrale, nonché l’inquisitorio, il penitenziario, lo psicoterapeutico, nonché l’islam, il comunismo, il secondo rinascimento.  

10. Il talento che non si conosce, nonché la pratica divina, l’odio di sé, il sessismo.  

11. Lo scambio, la terapia, la formazione, nonché la maledizione, l’incriminazione, la punizione 

12. La costanza, la pertinacia, l’incontinenza, nonché l’idea penale, il pericolo dell’Altro, double bind, nonché la devianza, l’imperativo, il ritorno.  

13. La traccia, il tessuto, i dispositivi di sanità e di salute, nonché i giustizieri, il bando, l’elucidarium, nonché l’Urkommunismus, la mentalità, il comportamento.  

14. La questione europea, nonché l’ipotiposi, la politica, la clinica.  

15. Fondazione, universitas, cifratica, nonché il ghénos dei magistrati, l’odio contro l’odio. 

16. Gerusalemme, la modernità, il processo della salute, nonché il comunismo, il socialismo, l’islamismo, nonché l’idea di sé, il sacrificio, l’utopia, nonché l’orrore, il terrore, il panico. 

17. Dell’intolleranza in materia intellettuale, nonché il sospetto, l’autocritica, l’odio religioso, nonché il canone della burocrazia, l’unità d’Italia, l’unità d’Europa, nonché l’accettazione del piacere, la proprietà, il prodotto, nonché la santa polizia mondiale, il governo ideale, l’idea di soluzione. Paolo VI. Aldo Moro. Le Brigate rosse 

18. Il principio della vita, la questione intellettuale, la pietas, nonché la burocratura, la linea dura, la confusione delle lingue, nonché la muta divina, i ceppi del nulla, la produttività penale, nonché l’arcano, il segreto, l’omertà. Aldo Moro.  

19. Il disturbo, la ricchezza, l’approdo, nonché la persecuzione, l’accusa, la volontà, nonché il pensiero penale, l’obbligatorietà, la certitudo moralis, nonché come vivere, l’utilità, la civiltà, nonché la dignità, l’occorrenza, la dislessia. Aldo Moro.  

20. Il servizio civile, nonché l’indulgenza, la carità, il compimento che non è fatalità, nonché l’eresia, la scomunica, la predazione, nonché il modello borromeo, il tesoro della salute, il cibo celeste. Il cardinale Carlo Borromeo. L’inquisizione.  

21. La lingua, l’economia, la finanza, nonché l’homo religiosus, l’imperativo ideale, la burocrazia misterica. La Corea. La Cina.  

22. Il due, il sembiante, l’Altro, nonché l’idea religiosa, la scrittura misterica, l’idea sociale. Il discorso di Xi Jinping.

23. Il capitalismo, nonché l’estremismo, il dispositivo cifrematico, i flussi, nonché il sacrificio, il partito del nulla, l’unitarismo. I Veda. Il discorso di Narendra Modi. 

24. L’anoressia, il nutrimento, il valore, nonché l’idea cannibalica, la casta, l’oppressione, nonché il sovrano, l’avatara, l’illuminazione, nonché la conoscenza, la partecipazione, la comunione. La Bhagavad Gita. 

25. Il sacro, nonché la tenebra, la fiamma, il fuoco, la luce, nonché il taglio, differenza e varietà, nonché il dire, la cura, la guerra sessuale, nonché la nomofilachia, l’idea sicura, il privilegio 

26. La libertà, nonché la carta, la diplomazia, la soddisfazione nel gerundio, nonché la vita in pericolo, la divisa, la medicalizzazione, nonché non abbandonarsi mai, non fermarsi mai, non pentirsi mai. Mahatma Gandhi.

 27. La strada, nonché l’occorrenza, la scadenza, l’incubo, nonché l’interlocuzione nel nomadismo, nonché la tentazione di eternità, l’altruismo, il monopolio, nonché l’imperativo di guerra e l’imperium, nonché il secondo rinascimento e la civiltà. La Bhagavad Gita.  

28. Il processo intellettuale, nonché il balbettio, l’humus, il terreno, nonché la cura dell’immortalità, la caccia, il perdono, nonché l’epoca vedica, la burocrazia, la gratuità. I Rigveda.  

29. Il nome, la mens, la cifra, nonché la preghiera, la fede, la luce, nonché la questione donna, l’arte e la cultura, nonché la guida ideale, la burocrazia angelica, lo stato erotico. L’Avesta. 

30. La virtù e il governo, nonché l’azzardo, l’evento, il caso, nonché auctoritas, abundantia, superfluentia, nonché la divinazione, il contraddittorio, la pena, nonché i custodi del nulla, l’impero, il potere. L’Yijing. 

31. L’autentico, il genuino, il semplice, nonché il godimento, la ripetizione, il riso, nonché formare, insegnare, riuscire, nonché l’inaccettabile, l’intorturabile, l’inconfiscabile.  

32. Il numero, la memoria, la divisione, nonché il sogno e la dimenticanza, il calcolo, nonché il pregiudizio, l’oppressione, il bilanciamento, l’impero del nulla e i suoi segni.  

33. Le statue di Afrodite e il lusso sessuale, nonché l’apertura, la memoria, la comunità, nonché la Beweistheorie, la Weltanschauung, l’intesa.  

34. Contando e raccontando: la seriazione, nonché il piccolo, il grande, l’axis mundi, nonché la concentrazione, la meditazione, l’estinzione, nonché l’ideale, la fabbrica penale, il riposo, nonché il transumano, il transcosmico, lo spaziale.  

35. La questione europea e la carta intellettuale, nonché il libro, il testo, il film, nonché l’inciampo, l’incidente, il disguido, nonché il reale e il contingente, nonché l’offerta, l’ostaggio, la carità 

36. La contraddizione, lo squarcio, la differenza, nonché il canone religioso, la liturgia ideale, il giogo funebre, nonché Deus purus, Deus agens, Deus calculator.  

37. L’incontro è solidale, nonché il martirio, l’ambizione, la soddisfazione, nonché particelle e partecipazioni, gli stratagemmi del convincimento. Buddha.  

38. Il distacco, l’intuizione, l’esercizio, nonché la guerra di famiglia, il necrologio, l’ereditarietà, nonché il pesce, Deus mortalis, Deus immortalis, nonché l’amor sui, Narciso, la sfera. Ma gcig.  

39. La questione, la condizione, il dibattito, nonché il malinteso e l’enigma, nonché l’inaccettazione, la seduta, il processus.  

40. La tolleranza della vita, nonché la voce, il pubblico, la cura immunitaria, nonché il ghénos, il télos, la sofferenza. Le Upanishad.  

41. La costellazione e l’adiacenza, il caso, nonché l’indeterminazione e la determinazione, il volto. 

42. “Non uccidere”, nonché la breccia, l’intrigo, la sprezzatura, nonché la presunzione d’innocenza, i mercenari di Dio, il Narciso del nulla. Eckhart.  

43. La vita non si scambia, nonché l’atto ideale, l’inazione e l’azione, nonché il riferimento, hic alibi est, nonché la pressione negata, la compressione, l’oppressione. Confucio, Laozi, Mencio, Zhuangzi. 

44. Il padre, il figlio e l’ingegnere, nonché il diagramma, il disegno, il programma, nonché il fantasma, la necessità, il destino, nonché il dialogo, la guerra di famiglia, l’ascolto.  

45. La struttura, nonché Eros, Sophía, il rogo, nonché la peste, il compromesso, la città segreta. 

46. La solitudine, il silenzio, il disegno del paradiso, nonché l’abbandono, Babele, Pentecoste, nonché l’ideogonia, lo sperimentatore, la muraglia, nonché la costanza, il vento e l’aquilone. Dante Alighieri. 

47. La vita si scrive, nonché il contesto, il libro, il testo, il film, nonché l’asino, il testimone, la nazione, nonché la pace di famiglia, la mentalità cannibalica, la dittatura dell’algoritmo. Giordano Bruno. 

48. L’anoressia, l’integrità, il pleonasmo, nonché l’ironia, il viaggio, la direzione. Giordano Bruno. 

News

Al momento non ci sono news pubblicate.

Sostenitori

Ecco i gloriosi GINGERs che hanno sostenuto il progetto finora:

Ginger Amelia Brenna Roth

Ginger Pina Picardi

Ginger Matteo Giovanardi

Ginger Maria Teresa Facente

Ginger Carlo Zucchi

Ginger Antonella Silvestrini

Ginger Lucia Pagnutti

Ginger Augusto Ponzio

Ginger Marco Moscatti

Ginger Arianna Silvestrini

Ginger Giancarlo Mengoli

Ginger Paolo Pasqualini

Ginger Nadica Milenkovic

Ginger Marco Muzzarelli

Ginger ANITA ORMELLESE

Ginger Ruggero Chinaglia, Patrizia Ercolani, Sabrina Resoli, Maria Antonietta Viero, Associazione cifrematica di Padova

Ginger Anna Maria Fontanabella

Ginger François Keller

Ginger Bertoni Gian Carlo

Ginger Il Club di Milano

Ginger Lina Alaimo

Ginger Enrico Ratti

Ginger Mariella Borraccino

Ginger Marco Maiocchi

Ginger Ariane Schindelholz

Ginger Gabriella Landini

Ginger Bárbara Costa

Ginger Giuseppe Botti

Ginger Simone Serra

Ginger PANTEHA SHAFIEI

Ginger Mirella Sturaro

Ginger Gianna Nobile

Ginger fabrizio moda

Ginger Susan Petrilli

Ginger Roberto Celano

Ginger Romana Capra

Ginger Francesca Bruni

Ginger Pierluigi Degliesposti

Ginger Carlo Marchetti

Ginger Luigi Foschini

Ginger Luigi Foschini

Ginger Paolo Pasqualini

Ginger Anna Spadafora

Ginger Mats Svensson

Ginger Daniela Gastaldello

Ginger Bárbara Martins da Costa

Ginger sergio Dalla Val

Ginger Agnese Agrizzi

Ginger Caterina Giannelli

Conosci il progettista:

Associazione Culturale Progetto Emilia Romagna


Dillo a tutti!

CONDIVIDI


COPIA IL LINK

Lascia un commento

168%
Obiettivo raggiunto!

5.880

raccolti su € 3.500

168 %

obiettivo raggiunto

53

sostenitori

0

giorni

SOSTIENI

 

€50

Il libro: l'esperienza si scrive

Grazie per il tuo contributo per la pubblicazione. Ti invieremo per posta una copia del libro con la dedica dell'autore. Durante la procedura di pagamento indica l'indirizzo in Italia dove vuoi ricevere la spedizione.

18 SOSTENITORI

Disponibilità: 11

 

€50

Urkommunismus

Grazie per il tuo contributo per la pubblicazione. Ti invieremo per posta una copia del libro. Durante la procedura di pagamento indica l'indirizzo in Italia dove vuoi ricevere la spedizione.

10 SOSTENITORI

 

€80

Le cose procedono dal due

Grazie per il tuo contributo alla pubblicazione. Ti invieremo per posta due copie del libro. Durante la procedura di pagamento indica l'indirizzo in Italia dove vuoi ricevere la spedizione.

1 SOSTENITORE

 

€100

La vita va per il software, non per il sottile

Grazie per il tuo contributo alla pubblicazione. Ti consegneremo due copie del libro con dedica e la versione digitale. Durante la procedura di pagamento indica l'indirizzo in Italia dove vuoi ricevere la spedizione.

10 SOSTENITORI

 

€500

La paura presa per la punta

Grazie per il tuo contributo alla pubblicazione. Ti invieremo per posta quattordici copie del libro. Durante la procedura di pagamento indica l'indirizzo in Italia dove vuoi ricevere la spedizione.

3 SOSTENITORI

 

€1.000

La donazione: proprietà della vita che diviene capitale

Grazie per il tuo contributo alla pubblicazione. Ti invieremo per posta trenta copie del libro. Durante la procedura di pagamento indica l'indirizzo in Italia dove vuoi ricevere la spedizione.

FAI TU

I soldi, elementi dell'Altro

IMPORTO MINIMO €1

7 SOSTENITORI