FAQ

GINGER è un team di professionisti al tuo servizio per:

  •   lanciare un progetto su ideaginger.it
  •   curare un progetto di crowdfunding su altre piattaforme
  •   creare la tua piattaforma di crowdfunding personalizzata
Questi sono i servizi GINGER a tua disposizione: project management, fund raising, organizzazione eventi, ufficio stampa, social media marketing, grafica e videomaking. Se il tuo progetto è legato all’Emilia Romagna, lo pubblicheremo su ideaginger.it; se invece il progetto sarà pubblicato su un’altra piattaforma, potrai comunque usufruire della nostra consulenza.

Oppure puoi creare il tuo sito di crowdfunding con GINGER!
Se il tuo progetto richiede flessibilità, elementi personalizzati e ha già una forte community di riferimento, possiamo creare un sito basato sulle tue esigenze e seguirti passo passo nello sviluppo della campagna.
Se invece vuoi dare voce alle idee geniali del tuo territorio, possiamo replicare GINGER per te e fornirti una formazione completa su come trasformare il crowdfunding in leva per lo sviluppo territoriale.
Per saperne di più, clicca qui.


Se vuoi pubblicare un progetto su GINGER, iscriviti e segui la procedura guidata per proporci la tua idea geniale.

Se invece vuoi donare e sostenere un progetto, clicca sulla ricompensa che preferisci e segui le istruzioni, non serve iscriversi!

Il crowdfunding, come ci suggerisce l'etimologia della parola, deriva da "crowd" (folla) e "funding" (finanziamento), letteralmente, quindi, è il finanziamento da parte della folla. Che cosa significa? Molto semplicemente: tu hai un'idea, la condividi con la tua community chiedendo di finanziarla dando in cambio di una ricompensa, ponderata in base alla quota che il tuo finanziatore intende donarti. Una volta raggiunto il traguardo, hai ottenuto la somma necessaria per realizzare la tua idea e i tuoi sostenitori, che hanno creduto in te, possono vedere il progetto realizzato e avere in cambio la ricompensa promessa.

Il budget è la soglia in denaro che un progettista vuole ottenere per realizzare al meglio il suo progetto. Viene fissata al momento della stesura del progetto e non può essere cambiata mentre è in corso. Il budget di questi progetti deve essere raggiunto o superato entro la scadenza prefissata, altrimenti il progetto fallisce e le donazioni vengono restituite ai sostenitori. Il team di GINGER si riserva di valutare casi particolari in cui istituire la possibilità di raccogliere i fondi per un progetto attraverso la modalitè "keep it all". Gli importi raccolti da un progetto che utilizza questa formula vengono accreditati al proponente in tempo reale, indipendentemente dal loro importo e dal raggiungimento o meno dell'importo complessivo richiesto dal progetto.


La scadenza è la data ultima entro la quale il progettista può raggiungere il suo traguardo e i sostenitori possono donare.

No, un progetto può crescere in modo illimitato fino alla sua scadenza.

I soldi raccolti arrivano sul conto corrente bancario e paypal di GINGER che poi provvederà, una volta che il progetto ha raggiunto l'obiettivo, a versare la somma totale al progettista.

Ogni progettista, attraverso la sua pagina personale può aggiungere news e aggiornamenti successivi a un progetto già pubblicato: video, foto, testi, tutto ciò che può migliorare la sua presentazione del progetto e invogliare gli utenti a sostenerlo!

Si, se in itinere hai delle informazioni aggiuntive per integrare il tuo progetto e per renderlo più interessante, le puoi aggiungere attraverso la sezione "News" del progetto. Non saranno, ovviamente, ammesse modifiche che cambieranno la natura strutturale del progetto di partenza.

Partendo dal presupposto che se hai un'idea e non lo dici a nessuno, nessuno potrà apprezzarla, pubblicizzarla, sostenerla e diffonderla: il crowdfunding si basa proprio sul fatto che le idee devono essere condivise per essere realizzate! Non aver paura di farti "rubare" l'idea, proprio perché se va online, tutti sanno che è tua. Inoltre, inserendola in un processo "crowd", avrai la possibilità di raccogliere opinioni per migliorarla e, magari trovare professionalitè che ti aiuteranno a realizzarla. Se la tua idea rimane nel cassetto, nessuno ne beneficerà, tu per primo!

Sì, il sistema di pagamento via PayPal trattiene fino al 4,5% dell'importo donato, l'importo viene addebitato al progettista. Aggiornamento: Dallo 01/05/2016 la commissione applicata dal sistema di pagamento PayPal è cambiata ed è pari al 1,8% + 0,35 €. In caso il progetto non vada a buon fine la donazione viene restituita al donatore con l'addebito delle spese di transazione. Se la donazione avviene tramite bonifico bancario non vi è alcuna trattenuta.

No, GINGER non trattiene nessuna percentuale e non ha diritti sulla proprietà dell'idea. In fase di definizione del budget, però, occorre tenere in considerazione, che il sistema di pagamento via PayPal trattiene fino al 4,5% degli importi donati. Aggiornamento: Dallo 01/05/2016 la commissione applicata dal sistema di pagamento PayPal è cambiata ed è pari al 1,8% + 0,35 €.

Come ampiamente dimostrato da tutte le ultime ricerche sul crowdfunding, attivare una campagna di raccolta fondi tramite questo strumento non significa solo reperire finanziamenti per la propria idea, ma significa anche testarla in maniera gratuita sulla rete, allargare i propri contatti, ampliare la propria community e magari, interessare anche altre communities al di fuori della propria rete. Se pubblichi un progetto su GINGER hai la possibilità, oltre che di finanziare l'idea, anche di pubblicizzarla attraverso molteplici canali, online e offline, per mantenere lo stretto contatto con il territorio in cui il tuo progetto ha luogo. Allo stesso modo, partendo da questo strumento è possibile accedere ad altre fonti di finanziamento, proprio grazie alla credibilità acquisita tramite una campagna di crowdfunding andata a buon fine. Tramite le consulenze del team GINGER puoi affinare il tuo business plan e strutturare la tua idea in modo che possa risultare più interessante anche per forme di finanziamento più tradizionali e per sponsorizzazioni.

Succede che la campagna di crowdfunding ha funzionato!! E tu potrai superare il budget e continuare a raccogliere fondi fino alla scadenza del progetto.

Molto spesso si ha poca percezione della cifra "giusta" che si vuole raccogliere. Per riuscire a individuare il budget bisognerà valutare molteplici aspetti, e lo staff GINGER è a tua disposizione per individuare la cifra più ponderata da proporre per la campagna di crowdfunding. Principalmente dovrai calcolare sia l'importo minimo che ti serve per realizzare il tuo progetto, sia quello che ti serve a coprire i costi per le ricompense senza dimenticare le spese di spedizione!


Una volta costruito il tuo Profilo, se hai un'idea geniale, devi entrare nella pagina "Hai un'idea?". Qui dovrai inserire i tuoi dati o quelli dell'ente che rappresenti, che compariranno anche nel tuo profilo (ma sarai tu a decidere se rendere pubblici quelli più "sensibili"). Dovrai poi inserire i dati relativi al progetto, inviando infine il tutto allo staff di GINGER. Ti ricordiamo che tra i dati che dovranno descrivere il tuo progetto, verranno richiesti:

- una breve descrizione del progetto

- categoria e provincia relative al progetto

- un'immagine del progetto e/o un video (molto consigliato)

- durata campagna di crowdfunding

- traguardo/budget da raggiungere

- ricompense che offri

- tutti i link dei tuoi social, blog, siti, etc che riguardano il progetto in questione


Si, lo staff di GINGER lavora a stretto contatto con i progettisti e valuta, in fase di proposta dell'idea, se il progetto è adatto a essere pubblicato sulla piattaforma, se è passibile di modifiche per poter attivare una campagna di crowdfunding o se proprio non risponde ai criteri necessari per poter essere "gingerizzato". GINGER si adopera per fare in modo che ogni idea geniale in Emilia-Romagna possa avere la possibilità di raccogliere fondi attraverso il crowdfunding. Se un creativo ha un'ottima idea, ma non ha gli strumenti per metterla in essere, GINGER si propone di individuare gli strumenti necessari per concretizzare l'idea e comunicarla al pubblico.

Il crowdfunding è uno strumento che si basa fortemente sulla reputazione, sulla credibilità e sulla democraticità. In primo luogo, lo staff GINGER valuta attentamente i progetti che vengono pubblicati, lavorando assieme al progettista per realizzare la campagna di crowdfunding . Il fatto di essere una piattaforma territoriale permette al team GINGER di prestare massima attenzione ai progetti e ai progettisti, non lasciando che idee poco attendibili possano essere pubblicati sulla piattaforma. Oltre a questo, si chiede al progettista di "metterci la faccia" e di essere più chiaro possibile per poter attestare la propria credibilità. Ogni progettista, infatti, deve inserire più dettagli possibili relativi al progetto, fornire dei link che rimandino alla sua attività e mantenere aggiornato lo stato della raccolta attraverso gli update successivi alla sua pubblicazione. I potenziali sostenitori hanno inoltre la possibilità di comunicare con i progettisti per richiedere maggiori dettagli riguardo il progetto. Chi riscontra problemi con un progettista può segnalarcelo alla mail ginger@ideaginger.it.

GINGER si impegna a offrire più strumenti possibili ai progetti che chiedono aiuto ma non può, tuttavia, garantirne l'operato in prima persona, avendo ruolo di consulente esterno. GINGER quindi non si assume responsabilità che vanno oltre ai servizi offerti e garantiti dalla piattaforma e dall'operato dello staff GINGER; la trasparenza che sta alla base del web funge da garante alla logica basilare del crowdfunding.

Ogni sostenitore viene inserito nell'elenco pubblico dei sostenitori nella pagina del progetto (a meno che non scelga di restare anonimo). Nel momento in cui il progetto avrà raggiunto (o superato) il budget, il progettista otterrà l'elenco dei nomi dei suoi sostenitori, completo degli importi delle offerte e delle ricompense scelte, oltre agli indirizzi e-mail, per mettersi in contatto con loro.

Se alla scadenza del progetto il budget è raggiunto o superato, GINGER si impegna a versare le somme offerte al progettista, che a quel punto provvederà a contattare e ricompensare i suoi sostenitori. Ricordiamo che GINGER non tratterrà nessuna percentuale dalla somma raccolta.

Se alla scadenza il budget non è stato raggiunto tutte le donazioni sono restituite ai sostenitori.


Puoi inserire fino a 15 ricompense diverse.

Le ricompense sono la "moneta di scambio" del progettista per invogliare i potenziali finanziatori a sostenere un progetto. Per ogni offerta in denaro prevista il progettista deve corrispondere un'adeguata ricompensa. Prodotti, gadgets, servizi personalizzati, edizioni speciali, ringraziamenti, biglietti per spettacoli e molto altro... unica condizione è che siano legati al progetto. Più queste ricompense sono coinvolgenti, più il sostenitore sarà propenso a finanziare il progetto!


Prerogativa per presentare un progetto su ideaginger.it è essere residenti/domiciliati in Emilia Romagna o proporre un'idea che abbia ripercussioni su questo territorio. Il progettista dovrà aver superato i 18 anni anni d'età.

Per proporre idee non legate all'Emilia Romagna scrivere a ginger@ideaginger.it

Tutti! Privati, imprese, associazioni...

E' possibile donare tramite paypal, certa di credito e bonifico bancario. Il sistema di pagamento mantiene traccia di tutte le donazioni che vengono riportate in un apposito database. Paypal trattiene fino al 4,5% della donazione, importo che viene addebitato al progettista. Aggiornamento: Dallo 01/05/2016 la commissione applicata dal sistema di pagamento PayPal è cambiata ed è pari al 1,8% + 0,35 €.

Se scegli di sostenere un progetto tramite PayPal, potrebbe capitare che PayPal rifiuti il tuo pagamento. I motivi del rifiuto non dipendono dalla piattaforma ideaginger.it, ma potrebbero per esempio essere dovuti al non corretto inserimento dei dati richiesti, all’esaurimento del credito disponibile o al fatto che la tua carta non sia supportata dal sistema. Ti suggeriamo di verificare a questa pagina di PayPal i motivi più frequenti per cui un pagamento può essere rifiutato: https://www.paypal.com/it/selfhelp/article/FAQ790/13